mercoledì 25 maggio 2016

Perché il cervello è maschio e femmina

Quest'oggi in edicola esce il settimanale Il Sole 24 Ore - Sanità (anno XIX, n.20, 24-30 maggio 2016) al cui centro in prima pagina, abbozzato meccanicisticamente, domina il nostro organo principe, il cervello. Il titolo, significativo ed emblematico, Perché il cervello è maschio e femmina, introduce alle pagine 6 e 7, interamente dedicate ad alcune delle posizioni che si sono confrontate venerdì scorso a Roma al Brainforum intitolato Ha un sesso il cervello? Ho iniziato ieri un mio approfondimento in materia che continuerò settimana per settimana. Buona lettura!

2045 Avatar Technology Digest. Video 28


The weekly Avatar technology digest report (25th April) informs on the topics of neuroscience, cybermedicine, nano and biotechnologies, robotics and artificial intelligence. Here are the 6 main points... 

lunedì 23 maggio 2016

Ha un sesso il cervello? Siamo "mosaici cerebrali" unici ed irripetibili - 1

di Alberto Carrara, L.C.
Coordinatore del GdN (Gruppo di Neurobioetica)

LEVI MONTALCINI DAY/BRAINFORUM. Venerdì scorso al Brainforum presso il Tempio di Adriano a Roma, ho avuto il piacere di intervenire tra gli esperti che si sono confrontati con la psicologa e neuroscienziata israeliana Daphna Joel sulla questione se il cervello umano abbia un “sesso”. Ringrazio l’organizzatrice Viviana Kasam, giornalista e presidente di BrainCircleItalia per l’amicizia e la calorosa presentazione che mi ha riservato È sempre un’esperienza arricchente poter conoscere le persone che portano i nomi che leggi su riviste specializzate. Questo permette quel rapporto umano e quello scambio di opinioni che permette di comprendere le autentiche proposte e posizioni, senza venir “contaminato” da interpretazioni ideologiche e di parte così popolari nella nostra società del marketing e del facile slogan propagandistico.

Premetto subito che sottoscriverei al 99% tutto ciò che la neuroscienziata Joel ha esposto venerdì 20 maggio al Brainforum (che potete rivedere in video-registrazione dal sito ufficiale dell’evento, cliccando qui), se ovviamente ulteriori studi di conferma e di riproduzione dei protocolli utilizzati dal gruppo della Joel (prassi consueta nel mondo scientifico-empirico) dovessero concordare.

sabato 21 maggio 2016

N-E-R-D-S Talks - Foro Interdisciplinare di neuroetica in Messico

Questo pomeriggio, il prof. P. Alberto Carrara, L.C., coordinatore del Gruppo di Neurobioetica (GdN) parteciperà via tele-conferenza al Primo Foro Interdisciplinare di Neuroetica dell'Università Anáhuac Nord di Città del Messico. L'evento, che è iniziato ieri, venerdì 20 maggio, si intitola: N-E-R-D-S Talks. Neuroetica – NeuroEstetica – NeuroReligón – NeuroDerecho - NeuroSociedad ed è organizzato dal BINCA, GRUPO DE BIOÉTICA y NEUROÉTICA CLÍNICA & INVESTIGACIÓN ANÁHUAC

La presentazione PREZI del prof. Carrara sulla "neuroestetica" è disponibile cliccando QUI

martedì 17 maggio 2016

Ha un sesso il cervello? Questo venerdì il Brainforum a Roma

Si svolgerà venerdì 20 maggio alle 14:30 presso il Tempio di Adriano (Piazza di Pietra) a Roma il prossimo Brainforum dedicato al cervello e alla differenza sessuale (ingresso gratuito fino a esaurimento posti).
Il cervello di uomini e donne funziona davvero diversamente? Esistono differenze strutturali e funzionali nel cervello maschile e femminile? Oppure è da ritenersi “unisex”?
Da tempo, scienziati, accademici, sociologi, psicologi, femministe, si interrogano sull’argomento. Questa nuova edizione di Brainforum intitolata “Ha un sesso il cervello?” prova a fare chiarezza dopo decenni di stereotipi, luoghi comuni, dispute sociali, etiche e culturali contrapposte a “certezze” scientifiche – o presunte tali.
Ad aprire la tavola rotonda, la lectio magistralis della professoressa Daphna Joel, ricercatrice presso la Sagol School of Neuroscience della Tel-Aviv University, che espone una tesi innovativa, elaborata anche grazie alle nuove tecnologie di imaging cerebrale. Secondo Daphna Joel la differenza di genere non esiste, così come non esiste un cervello maschile e un cervello femminile, ma solo comportamenti definiti arbitrariamente maschili o femminili, e che sono invece assolutamente interscambiabili e sovrapponibili, connotati sessualmente solo da usanze sociali e culturali.
Con Daphna Joel si confronterà un panel prestigioso di studiosi che aprirà il dibattito ad aspetti legati alla fisiologia, alla genetica e all’ epigenetica, alla psicologia, analizzando i numerosi fattori che contribuiscono a determinare i comportamenti, e anche l’impatto etico-culturale e sociale in senso allargato di queste nuove teorie: Simona Argentieri, medico psicoanalista, Fiorenzo Conti e Martine Ammassari Teule, neurobiologi, Antonio Fantoni, genetista, Alberto Carrara, neuroeticista esperto in neuroscienze, Silvana Greco, sociologa e la giornalista Laura Ballio, giornalista del blog 27esima ora del Corriere della Sera.

Convegno annuale di neuroetica a Padova

Per maggiori informazioni sul programma del convegno, clicca QUI.

domenica 15 maggio 2016

Il cervello emotivo e il cervello razionale. Convegno annuale di neuroetica a Padova

Si svolgerà la prossima settimana a Padova, dal 18-20 maggio 2016 il consueto Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e III Congresso della Società italiana di Neuroetica – SINe. Intitolato “Il cervello emotivo e il cervello razionale. Frontiere della Neuroetica Incontri su Neuroscienze e Società” quest’importante evento accademico italiano è già alla sua VIIIa edizione. Tra gli illustri ospiti: Daniel C. Dennett Giacomo RizzolattiDi seguito, alcune informazioni importanti.

Location: Università di Padova, Scuola di Psicologia, Aula Cesare Musatti, via Venezia, 8.
Comitato organizzatore: Andrea Lavazza, Centro Universitario Internazionale, Arezzo; Giuseppe Sartori, University of Padua; Michele Di Francesco, IUSS, Pavia (SINe president) Francesca Gnoato, University of Padua Marco Viola, IUSS, Pavia Sarah Songhorian, Vita-Salute San Raffaele University, Milan.

venerdì 13 maggio 2016

Neurobioetica, un'introduzione. Domani al Diploma di Bioetica dell'APRA

Domani, sabato 14 maggio, dalle 10:45 alle 13:00, presso il Diploma in Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, il prof. P. Alberto Carrara, L.C., coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica, impartirà una lezione magistrale su “Neurobioetica: un’introduzione”. Verrà presentata e analizzata l’ultima definizione di questa frontiera della ricerca. Una versione aggiornata e parziale del materiale si può reperire nell’ultimo numero della rivista della Facoltà di Bioetica Studia Bioethica, da pochi giorni pubblicato (vol. 9, n. 2, 2016) cliccando QUI. La presentazione PREZI è disponibile QUI.

giovedì 12 maggio 2016

Cervello, economia e memoria: la persona umana nella riflessione neurobioetica

copertina originale
È stato appena pubblicato l’ultimo numero della rivista della Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA) Studia Bioethica dedicato alle tematiche emergenti della neurobioetica. Nel suo editoriale “Cervello, economia e memoria: la persona umana nella riflessione neurobioetica”, il curatore del volume monografico, il prof. P. Alberto Carrara, L.C. coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica, così inquadra e riassume quest’ulteriore contributo alla ricerca scientifica in ambito interdisciplinare: «La rivista Studia Bioethica ha ospitato, da diversi anni, articoli e contributi monografici relativi a quell’ampio panorama interdisciplinare e globale che è la “neuroetica” o “neurobioetica”. In effetti, sin dal marzo 2009, all’interno dell’Istituto Scienza e Fede e della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA), ha preso vita un gruppo di ricerca: il GdN o Gruppo di Neurobioetica, una realtà costituita da professionisti e studiosi provenienti da diversi ambiti disciplinari che, attraverso una metodologia di approccio interdisciplinare, sta affrontando già da ben 7 anni, sia le questioni etiche delle neuroscienze, come pure le innovative riflessioni delle neuroscienze dell’etica.

martedì 10 maggio 2016

La neurobioetica, ieri all'Auxilium

Ieri pomeriggio ho partecipato come relatore alla 29esima Giornata della Facoltà di Scienze dell’Educazione dell’Auxilium a Roma dedicata a “Saperi scientifici e saperi pedagogici a confronto: per un bene-essere della persona” insieme a suor Caterina Cangià, direttore scientifico del Centro di potenziamento educativo e cognitivo Multidea.

Il testo del mio intervento “Neurobioetica: ponte tra bioetica, filosofia e natura” lo si può reperire in una versione aggiornata nell’ultimo numero della rivista della Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum Studia Bioethica, da pochi giorni pubblicato (vol. 9, n. 2, 2016). Per leggerlo e scaricarlo in formato PDF, clicca QUI. La mia presentazione PREZI è disponibile cliccando QUI.

lunedì 9 maggio 2016

Neurobioetica: ponte tra bioetica, filosofia e natura

Verrà celebrata oggi pomeriggio 9 maggio, dalle 15 alle 18:00, con il Seminario «Saperi scientifici e saperi pedagogici a confronto: per un bene-essere della persona» la 29a Giornata della Facoltà AUXILIUM a cui interverrà il prof. P. Alberto Carrara, LC, docente di Antropologia filosofica e Neuroetica dell'APRA, Coordinatore del GdN e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani con un intervento su «Neurobioetica: ponte tra bioetica, filosofia e natura». Riprendiamo in breve la notizia ufficiale dal sito della Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione AUXILIUM.

"La 29a Giornata della Facoltà «Auxilium» si inserisce quest’anno nel cammino in preparazione al Giubileo delle Università e dei Centri di Ricerca e delle Istituzioni dell’Alta Formazione artistica, musicale e coreutica che si realizzerà a Roma dal 7 all’11 settembre 2016.

mercoledì 4 maggio 2016

I misteri del cervello e della libertà indagati da padre Carrara – 2

di Alberto Carrara, LC
Coordinatore del GdN (Gruppo di Neurobioetica)

Ieri al master «Scienza e Fede» ho presentato una sintesi di un’ora e mezza sull’intricato rapporto tra neuroscienze e libero arbitrio, quello che è stato ribattezzato nell’ambito della neurobioetica contemporanea come “neuro-libertà” (secondo la “classificazione” di Legrenzi e Umiltà, la neuro-libertà sarebbe una delle “nuove neurodiscipline” denominate “neuro+[1]). La mia presentazione in PREZI è disponibile cliccando QUI.
L’Handbook of Neuroethics della Springer (2015) colloca questa particolare e specifica area della neurobioetica all’interno del primo volume (di tre) dedicato agli aspetti concettuali della Neuroetica, dedicando la terza sezione, comprendente 5 capitoli, alle “Neuroscienze, libertà e responsabilità” (pp. 201-285).  

martedì 3 maggio 2016

I misteri del cervello indagati da padre Carrara

L’incontro. I misteri del cervello indagati da padre CarraraAvvenire, Bologna Sette – di Federica Gieri Samoggia. 
Martedì al master «Scienza e Fede» il docente dell’Ateneo pontificio rifletterà sul rapporto tra neuroscienze e libertà.
Sarà il cervello, «l’organo più misterioso e perciò più affascinante dell'essere umano» il protagonista della lezione di padre Alberto Carrara LC, dottore in Biotecnologie mediche e docente di Filosofia all’Ateneo pontificio Regina Apostolomm, per il master in Scienza e Fede attivato dall’Ateneo stesso, martedì 3 alle 17.10, in videoconferenza all’Istituto Veritatis Splendor (via Riva Reno 57; info: tel. 0516566239; veritatis.masterabologna.chiesacattolica.it). Scandagliato, però, nell’ottica del binomio «Neuroscienze e libertà».

lunedì 2 maggio 2016

Language and Brain, Language in the Brain


Nature's video. Language and Brain, Language in the Brain. Where exactly are the words in your head? Scientists have created an interactive map showing which brain areas respond to hearing different words. The map reveals how language is spread throughout the cortex and across both hemispheres, showing groups of words clustered together by meaning. The beautiful interactive model allows us to explore the complex organization of the enormous dictionaries in our heads. (Nature. Published online April 27 2016)

Language and the cortex or language in the cortex?

By Alberto Carrara, LC

Few days ago Alexander G. Huth, Wendy A. de Heer, Thomas L. Griffiths, Frédéric E. Theunissen and Jack L. Gallant, scientists at the University of California, Berkeley, published in Nature an interested article titled “Natural speech reveals the semantic maps that tile human cerebral cortex” (Nature. Published online April 27 2016) including a video.
What if a map of the brain could help us decode people’s inner thoughts?

venerdì 29 aprile 2016

Trapianto di testa = nuova persona?


di Alberto Carrara, LC
Coordinatore del Gruppo di Neurobioetica (GdN)

Sull’ultimo numero della rivista Neuroethics è stato pubblicato un interessante articolo dedicato ad una delle frontiere più dibattute (almeno al momento) della ricerca neuroscientifica che affonda le sue implicazioni e ricadute tanto nella filosofia (per le implicazioni riguardo all’identità personale, al valore e significato della corporeità,...), come nell’ambito socio-economico e giuridico, ma anche nella cinematografica e che ha reso possibile scenari trans- e post-umanistici. Mi riferisco al cosiddetto “trapianto di testa” (Head Transplant) o più precisamente conosciuto a livello scientifico e tecnico come trapianto di una parte consistente del corpo da un donatore a un ricevente.

Assya Pascalev, Mario Pascalev e l’amico e collega James Giordano firmano un pezzo intitolato Head Transplants, Personal Identity and Neuroethics (Neuroethics 9/1, April 2016, pp 15-22) nel quale, muovendo dalla possibilità teorica di un presunto “trapianto di testa” avanzata e programmata per il 2017 in Cina dal neurochirurgo italiano Sergio Canavero (che riprende gli studi degli anno ‘50, tanto del russo Vladimir Demikov, come gli approfondimenti e la tecnologia del dottor Robert White degli anni ’70), affrontano la spinosa ed affascinante questione neurobioetica relativa all’identità personale.

mercoledì 27 aprile 2016

L'ultimo numero di Neuroethics

Uscito da poco l'ultimo numero della rivista Neuroethics di aprile 2016, volume 9, numero 1. Interessantissimi gli articoli, da non perde. Alcuni saranno commentati nei prossimi giorni su questo blog. Per informazioni sull'indice della rivista edita da Springer, cliccare QUI

giovedì 21 aprile 2016

Neuroscienze e interconnessione dei saperi

Il prossimo seminario di studi del GdN, Gruppo di Neurobioetica, sarà dedicato ad una tematica molto cara: quella delle neuroscienze e della neurobioetica e l’interconnessione dei saperi. Gli ospiti sono due professionisti nel settore: Daniela Del Gaudio e Nicola D’Onghia, autori del recente volume intitolato “Neuroscienze e interconnessione dei saperi. La persona: relazione di anima e corpo” (Laterza, Bari 2015) che sarà il tema centrale del nostro prossimo seminario del 22 aprile. Maggiori informazioni cliccando QUI.

venerdì 15 aprile 2016

Il futuro prossimo della Neuroetica e della Filosofia delle Neuroscienze

“Il futuro prossimo della Neuroetica e della Filosofia delle Neuroscienze”. Questo il titolo scelto per il convegno di Neuroetica che si svolgerà a Cassino, domani, sabato 16 aprile, presso la Sala Degli Abati, a partire dalle ore 10.00 e organizzato dalla SINe, la Società Italiana di Neuroetica e Filosofia delle Neuroscienze. Ad intervenire: Michela Balconi (Univ. Bocconi, Milano), Matteo Cerri(Univ. Bologna), Paolo Pecere (Univ. Cassino), Andrea Lavazza (Univ. Arezzo) e Alberto Oliverio neurobiologo di fama internazionale. Saranno affrontati alcuni temi di grande rilevanza  e innovatività: le malattie degenerative e l’identità, il ruolo delle emozioni e della cognizione nelle scelte economiche, il potenziamento cognitivo, la coscienza, l’uso della ibernazione. Di seguito il programma...

Neural Bypass: the new frontier of trans-humanism

Two days ago Nature published an open access summary dealing with "neural bypass", a new frontier of brain prosthetics. Linda Geddes (13 April 2016) titled: First paralysed person to be 'reanimated' offers neuroscience insights. Technique moves man's arm by decoding his thoughts and electrically stimulating his own muscles. This summary referes to Bouton C.E. et al. letter to Nature "Restoring cortical control offunctional movement in a human with quadriplegia published online on the same day. "Ian Burkhart can make isolated finger movements and perform six different wrist and hand motions.

mercoledì 13 aprile 2016

Criminal, oggi al cinema

di Alberto Carrara, L.C.
Coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica

Esce quest’oggi nelle sale cinematografiche italiane, l’ultimo “neuro-film” d’azione interpretato dal grande Kevin Costner. Criminal segue per certi versi il recente Selfless. Entrambi hanno al centro le neuroscienze (o per lo meno, una visione pseudo-neuroscientifica) e propongono una visione antropologica “cartesiana”.
La trama è abbastanza semplice e si situa sulla scia dei progetti trans e post-umanistici contemporanei alla “2045 Immortality Project” di Dmitry Itskov:

L’agente della CIA Bill Pope viene ucciso e porta con sé nella tomba dei segreti fondamentali per salvare il mondo da un potenziale attacco terroristico. 

lunedì 11 aprile 2016

Coscienza tra mente e cervello, domani all'APRA

Domani, martedì 12 aprile al Master in Scienza e Fede dell'Ateneo Regina Apostolorum a Roma, il prof. P. Alberto Carrara, L.C. impartirà una lezione-viaggio nei meandri della "coscienza" tra mente e cervello.

Neurogenderings: is brain sexed?

Margaret M. McCarthy introduces the special issue of Philosophical Transactions B of the Royal Society (February 2016) with her work titled Multifaceted Origins of Sex Differences in the Brain. This special issue is a combination of original research reports, expert reviews and opinion pieces. The goal is to provide in one place as many different perspectives on the question of brain sex differences as can be reasonably achieved, so that the interested reader can reach their own conclusions. Studies of sex differences in the brain range from reductionistic cell and molecular analyses in animal models to functional imaging in awake human subjects, with many other levels in between. Read more HERE...

giovedì 7 aprile 2016

Post-humano, un interesante video

Un interesante video que en 11 minutos nos presenta algunas etapas del post y trans-humanismo de hoy. Se llama: Post-Humano: Así es como nos venderán el Transhumanismo...

domenica 3 aprile 2016

Neuroscience: Ethics and Law. LUMSA, 4th April

“Neuroscience: Ethics and Law” event to feature Chair Fellows and Interreligious Round Table on April 4. On Monday April 4, the Department of Jurisprudence will host a morning of study dedicated to “Neuroscience: Ethics and Law” at Libera Università Maria Ss. Assunta (LUMSA). The event will feature presentations from both UNESCO Chair Director Alberto García and UNESCO Chair Fellow Alberto Carrara. Read more on the UNESCO Chair official web site HERE...

sabato 2 aprile 2016

UPAEP 2016 - La persona en la era del post-humanismo

Del 14 al 18 de marzo, el coordinador del GdN, Grupo Italiano de Investigación en Neurobioética y Fellow de la Catedra en Bioética y Derechos Humanos de la UNESCO en Roma, el Prof. Dr. Alberto Carrara, LC, ha impartido un curso intensivo a estudiantes de distintas facultades de la Popular Autónoma del Estado de Puebla (UPAEP) en México.
El curso intensivo, que fue intitulado: La persona en la era del post-humanismo: tecnología y neurociencias en el marco de la neurobioética, además de estar acreditado por la DANA Foundation dentro de la Semana Mundial del Cerebro, la prestigiosa BRAIN AWARENESS WEEK 2016, se colocaba en la Cátedra en la Semana de la Bioética dirigida a alumnos de la Facultad de Medicina que en aquel momento estarán cursando la Asignatura de Bioética.

lunedì 28 marzo 2016

BAW 2016 - The person in a post-humanistic era

The person in a post-humanistic era. Technology and Neuroscience in the context of Neurobioethical reflection
Organizer: Ateneo Pontificio Regina Apostolorum
Event Date(s): March 14, 2016 to March 18, 2016
Location: Puebla , Mexico
Type of BAW events held: Conference/Forum, Symposium...Read more HERE, select country (México), 9th position...

La persona en la era del post-humanismo. Intro

Del 14 al 18 de marzo, el coordinador del GdN, Grupo Italiano de Investigación en Neurobioética y Fellow de la Catedra en Bioética y Derechos Humanos de la UNESCO en Roma, el Prof. Dr. Alberto Carrara, LC, ha impartido un curso intensivo a estudiantes de distintas facultades de la Popular Autónoma del Estado de Puebla (UPAEP) en México.
El curso intensivo, que fue intitulado: La persona en la era del post-humanismo: tecnología y neurociencias en el marco de la neurobioética, además de estar acreditado por la DANA Foundation dentro de la Semana Mundial del Cerebro, la prestigiosa BRAIN AWARENESS WEEK 2016, se colocaba en la Cátedra en la Semana de la Bioética dirigida a alumnos de la Facultad de Medicina que en aquel momento estarán cursando la Asignatura de Bioética.

domenica 13 marzo 2016

México 2016. La persona en la era del post-humanismo


Mañana 14 de marzo, el Prof. P. Alberto Carrara, LC empezará una semana de cursos intensivos en la UPAEP, la Universidad Popular Autónoma del Estado de Puebla, en México. Los cursos se desarrollarán del 14 al 18 de marzo y estarán enmarcados dentro de una temática común que lleva el título de: La persona en la era del post-humanismo:tecnología y neurociencias en el marco de la neurobioética.

De 10:00 a 18:00, de lunes 14 hasta el viernes 18 de marzo, las ponencias se articularán en tres grandes momentos:

1) Ciclo de conferencias a la comunidad universitaria de la UPAEP: lunes 14, Neurocentrismo: El hombre de hoy frente a la revolución neurocientífica; martes 15, De la Bioética a la Neurobioética; miércoles 16, El hombre entre ciborg y virtualidad; jueves 17, ¡Cuida tu cerebro! El hombre en la era de las nuevas adicciones (pornografía, juego de azar,…); viernes 18, ¡Cuida tu cerebro! El hombre y el encanto de la mejora cognitiva.

2)  Cátedra en la Semana de la Bioética a alumnos de la Facultad de Medicina: La persona en la era del post-humano. Tecnología y neurociencias al servicio del sueño de la inmortalidad: una reflexión interdisciplinar en el marco de la neurobioética contemporánea. De lunes 14 hasta el viernes 18 de 12 a 13:00.

3) Dos cursos talleres: para profesores de la asignatura de Bioética (La persona humana entre ciborg y virtualidad: corporeidad y conciencia a la luz de una reflexión antropológica interdisciplinar) y para miembros del Comité de Ética en investigación (De la Bioética a la Neurobioética. El hombre de hoy frente a la revolución neurocientífica).

sabato 12 marzo 2016

BAW2016. Neuroestetica, anteprima romana all'APRA

Si è svolta giovedì 10 marzo all'APRA a Roma, l'anteprima dell'evento sulla Neuroestetica organizzato dal GdN e dalla S.I.S.P.I. all'interno della Settimana Mondiale del Cervello (la Brain Awareness Week) promossa dalla DANA Foundation (19 marzo a Milano). Maggiori informazioni cliccando QUI.

mercoledì 9 marzo 2016

NEUROESTETICA. Domani all'APRA l'anteprima in vivo

Domani pomeriggio all'APRA l'anteprima del convegno sulla NEUROESTETICA all'interno della Settimana Mondiale del Cervello promossa dalla DANA Foundation. Maggiori informazioni cliccando QUI

martedì 8 marzo 2016

Cervello maschile, cervello femminile? Oggi all'APRA

Oggi pomeriggio alle 18:30 all'APRA, seconda lezione del prof. Carrara su "cervello maschile, cervello femminile", la parola alle neuroscienze! Le lezioni si collocano all'interno del Diploma di Specializzazione in "Differenza sessuale, identità femminile e teoria del gender" dell'ISSD. Maggiori informazioni cliccando QUI.

La Neurobioetica, oggi al Master in Scienza e Fede

Oggi al Master in Scienza e Fede dell'APRA, il prof. P. Alberto Carrara, LC, docente di Antropologia filosofica e neuroetica e Coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica, impartirà una lezione introduttiva e sintetica sull'emergente frontiera della neurobioetica. Informazioni cliccando QUI...

giovedì 3 marzo 2016

Neurocriminologia, oggi in Italia il volume di Adrian Raine

Esce oggi nelle librerie Mondadori la traduzione italiana del monumentale volume “The Anathomy of Violence” del pioniere della cosiddetta neurocriminologia, Adrian Raine che nelle prossime settimane sarà in Italia per partecipare al BRAIN FORUM 2016 a Milano (7 marzo, ore 18:00).

Il volume di 548 pagine, L’anatomia della violenza. Le radici biologiche del crimine, si struttura in 11 capitoli: dopo una prefazione ed introduzione, seguono i capitoli principali: 1. Istinti primari. L’evoluzione della violenza; 2. I semi del male. Le basi genetiche del crimine; 3. Menti assassine. Il malfunzionamento del cervello violento; 4. Assassini a sangue freddo. Il sistema nervoso autonomo; 5. Cervelli guasti. La neuroanatomia della violenza; 6. Nati per uccidere. L’influenza della salute nell'infanzia; 7. La ricetta della violenza. Malnutrizione, metalli e salute mentale; 8. Il puzzle biosociale. Mettiamo insieme i pezzi; 9. La cura del crimine. Interventi biologici; 10. Il processo al cervello. Implicazioni legali; 11. Il futuro. Dove ci porterà la neurocriminologia?

mercoledì 24 febbraio 2016

Metafisica e realtà, presentazione libro


Domani, 25 febbraio alle 16:30, aula II del Dipartimento di Filosofia dell'Università di Roma La Sapienza, verrà presentato il volume "Metafisica e realtà. Scitti in onore di Paul Gilbert" (Stamen, Roma 2015), volume curato da un membro del Gruppo di Neurobioetica (GdN), la dott.ssa Marialuisa PulitoComplimenti a Marialuisa per quest'importante contributo accademico e culturale! Invitiamo quanti volessero a partecipare alla presentazione. 

sabato 20 febbraio 2016

Quando i robot copiano l'uomo. Oggi 21:45

Collegio Arcivescovile C. Endrici (Trento). Giovedì 4 febbraio, ore 20:30. Il prof. P. Alberto Carrara, L.C. Coordinatore del Gruppo di Neurobioetica (GdN) e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani, illustra le contemporanee visioni di “psiche”: da film comoTranscendence a Lucy, fino a Selfless, si coglie una concezione di “mente” disincarnata e disincarnabile e, parallelamente, passa l’idea che il “corpo” sia solo un “involucro” un “contenitore” temporaneo e plasmabile a piacimento. Quando i robot copiano l’uomo, così titola Agnese Buralli sul quotidiano Vita Trentina di una settimana fa, riferendosi a quest’incontro dedicato a chiarire il concetto di “psiche”. Il sottotitolo scelto è emblematico: “Le prospettive dei progetti post-trans-umanistici pongono nuove domande etiche: l’intervento del prof. Carrara all’Arcivescovile”.

Oggi, ore 21:45 su Streaming Tele Pace di Trento la replica dell’incontro. Chi volesse può cliccare per la diretta di seguito QUI

Si può seguire la presentazione in PREZI direttamente cliccando QUI

Neuroestetica: le basi neurofisiologiche, report

Leggi il report del seminario di ieri del GdN sulle basi neuroanatomiche e neurofisiologiche della percezione visiva umana sul nostro sito ufficiale cliccando QUI...

venerdì 19 febbraio 2016

Neuroestetica: le basi neurofisiologiche

Oggi pomeriggio alle 17 all'APRA, il seminario del GdN (Gruppo di Neurobioetica) sulle basi neurofisiologiche della percezione visiva. Un tassello importante all'interno dell'area di ricerca sulla neuroestetica che il GdN sta affrontando dall'anno scorso ad oggi. A dirigere il seminario, il neurochirurgo Aldo Spallone, direttore dell'NCL, Neurological Center of Latium. Per ulteriori informazioni, visita il sito ufficiale del GdN, QUI

mercoledì 17 febbraio 2016

La Neuroetica: neuroscienze ed emergenti sfide antropologiche

di Alberto Carrara, LC. Quest'oggi ho avuto il piacere di presentare il contesto storico, culturale e scientifico di sviluppo della neuroetica ad un bel gruppo di sacerdoti diocesani appartenenti all'Istituto Secolare Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù riuniti a Roma per un corso di qualifica intitolato "Nella costituzione del nuovo umanesimo", promosso dalla Pontificia Facoltà di Scienze dell'Educazione "AUXILIUM". Il titolo scelto per il mio intervento durato l'intera mattinata (9:00-13) è stato: La Neuroetica: neuroscienze ed emergenti sfide antropologiche. Di seguito una breve sintesi. La presentazione in PREZI è disponibile cliccando di seguito QUI; come pure cliccando QUI si può scaricare il PDF di un mio breve articolo sulla materia. 
L’applicazione sempre più rapida ed immediata all’uomo delle scoperte neuroscientifiche, frutto dell’abbondante ricerca che mira a decifrare i misteri del cervello e della mente umana, ha fatto sorgere nell’opinione pubblica sentimenti spesso antitetici. 

martedì 16 febbraio 2016

Il bambino che vivrà oltre 1000 anni è già nato? – 2


di Alberto Carrara, LC. “Ending Aging”? Porre fine all’invecchiamento? Cioè, in altre parole, avviarci definitivamente a quell’ “immortalità” propagandata da diversi teorici del post-umanismo contemporaneo?

Sono queste le domande che sorgono quando si sente parlare di “orologi biologici”, cioè “genetici” all’interno delle nostre cellule, di “telomeri” e di “telomerasi”, di moscerini della frutta che triplicano la loro lunghezza media di vita per una mutazione genetica introdotta artificialmente dall’esterno, eccetera, eccetera.