sabato 20 dicembre 2014

Conoscenza umana e neuroscienze

Giovedì scorso, nell'ambito del corso di Elementi di Neurobioetica diretto dal prof. P. Alberto Carrara, L.C., la professoressa Lourdes Velazquez Gonzalez Agazzi, docente di Bioetica presso l'Università Anahuac Nord di Città del Messico e Vice-Presidente della FISP, la Federazione Internazionale delle Società di Filosofia, ha impartito una lezione intitolata: La teoria della conoscenza dinnanzi alle neuroscienze

Dopo alcune premesse concettuali fondamentali, la professoressa Velazquez ha compiuto una sintesi della teoria della conoscenza sottolineando il ruolo rispettivo e complementare della filosofia e delle scienze in quest'argomento, quello relativo al conoscere umano per poi individuare le relazioni tra gnoseologia e neuroscienze. 

Alla lezione è seguito un esteso dibattito. 

giovedì 18 dicembre 2014

La teoria della conoscenza dinnanzi alle neuroscienze, oggi all'APRA

Questo pomeriggio all'interno del corso di Elementi di Neurobioetica del prof. P. Alberto Carrara, L.C., la prof.ssa Lourdes Velazquez Gonzalez, Vice-Presidente della FISP, la Federazione Internazionale delle Società di Filosofia, affronterà la questione della teoria della conoscenza in relazione alle contemporanee neuroscienze.

mercoledì 17 dicembre 2014

Interfaccia cervello-robot: gli ultimi progressi di Jan

Jan Scheuermann
di Alberto Carrara, L.C.

Grazie Jan e tanti auguri!

Il 30 ottobre dell’anno scorso (2013) partecipavo, a Roma, ad un simposio scientifico sulle linee di ricerca neuroscientifiche più avanzate. L’evento era promosso dalla Fondazione Ri.MED. Si trattava della VII edizione dell’annuale Simposio Scientifico dal titolo Advances in Neuroscience, nel corso del quale alcuni ricercatori Ri.MED ed esperti della materia in campo internazionale presentarono i risultati dei propri progetti di ricerca. 

In quell’occasione ho apprezzato i lavori dei ricercatori dell’Università di Pittsburgh relativi alla frontiera neurobioetica dell’interfaccia cervello-macchina o Brain-Machine Interface (BMI). Proprio oggi sul portale NeuroscienceNews si annuncia l’uscita di un importante lavoro scientifico iniziato anni fa in questo settore.

La protagonista è sempre lei: Jan Scheuermann, paziente tetraplegica, volontaria da diversi anni all’interno del progetto di interfaccia cervello umano-computer-protesi robotica.

Neuroeducazione: il "Neuroscience Store"

Neuroeducazione (Neuroeducation) e Neurocultura. Un utilissimo strumento per rendere efficace l'assimilazione delle neuroscienze: dalla neuroanatomia alla neurofisiologia, sino al neuro-divertimento! Ecco il "Neuroscience Shop" che propone il portale di neuro-notizie NeuroscienceNews. Visita il sito per prendere visione dei prodotti che includono: microscopi, oscilloscopi, elettrodi, micromanipolatori, microtomi, modellino 3D dell'anatomia corporea e cerebrale. 

domenica 14 dicembre 2014

Il mio primo anno di servizio sacerdotale: 2013-2014

Padre Alberto con Papa Francesco
di Alberto Carrara, L.C.

Roma, 14 dicembre 2014. È trascorso già un anno da quel 14 dicembre 2013, giorno in cui ho ricevuto il dono dell’ordinazione sacerdotale ed è iniziato il mio servizio a Dio e alle anime. 

Quest’anno 2014, ho festeggiato, inoltre, i miei 10 anni di vita religiosa, da quel 11 dicembre 2004 in cui sono diventato membro della Congregazione religiosa dei Legionari di Cristo.

Questa rassegna fotografica del mio primo anno sacerdotale vuol essere un grazie, in primo luogo, a Dio che ha permesso tanta allegria, e a tutti voi per la vostra amicizia, vicinanza e stima. Grazie.

La mia prima messa (15 dicembre 2013)
Il 29 giugno 2013, ricevevo il diaconato

Inizia da lì il cammino prossimo verso l’ordinazione sacerdotale. 

Un “grazie” di tutto cuore ai miei genitori, a mio fratello Riccardo, ai miei zii e cugini, a tutti coloro che mi sono stati accanto con la loro presenza e con le loro preghiere.

Come diacono ho avuto la grazia di amministrare il mio primo battesimo....

sabato 13 dicembre 2014

La "Bibbia" della Neuroetica - la presentazione italiana

Il prof. Carrara moderando l'incontro del GdN di ieri
Pubblicata da Springer la “Bibbia” della Neuroetica

Roma, venerdì 12 dicembre 2014. Quest’oggi, il prof. P. Alberto Carrara, L.C., Coordinatore del Gruppo di Ricerca in Neurobioetica (GdN) dell’Istituto di Scienza e Fede e della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA) e dell’Università Europea di Roma (UER), ha presentato ai membri del GdN la recente uscita dell’ Handbook of Neuroethics (2015) pubblicato dalla prestigiosa editoriale Springer
Di seguito presentiamo un testo sintetico della presentazione del prof. Carrara. 

Questa è la prima presentazione accademica italiana di quest’opera monumentale che, a tutti gli effetti può benissimo venir considerata la “Bibbia” della Neuroetica e che a tutti gli effetti sancisce la maturità accademica, oltre che culturale e sociale, di questa disciplina e che la caratterizza nella sua specificità come “nuova” area del sapere, certamente aperta a 360° verso gli sviluppi clinici che riguardano il cervello umano e il sistema nervoso nella sua totalità e complessità, come nelle applicazioni neuro-tecnologiche più sofisticate.....

venerdì 12 dicembre 2014

La “bibbia” della Neuroetica

Blog  ufficiale del GdN
Pubblicata da Springer la “Bibbia” della Neuroetica

Roma, venerdì 12 dicembre 2014. Quest’oggi, il prof. P. Alberto Carrara, L.C., Coordinatore del Gruppo di Ricerca in Neurobioetica (GdN) dell’Istituto di Scienza e Fede e della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA) e dell’Università Europea di Roma (UER), presenterà ai membri del GdN la recente uscita dell’ Handbook of Neuroethics (2015) pubblicato dalla prestigiosa editoriale Springer
 

Sarà la prima presentazione accademica italiana di quest’opera monumentale che, a tutti gli effetti può benissimo venir considerata la “Bibbia” della Neuroetica e che a tutti gli effetti sancisce la maturità accademica, oltre che culturale e sociale, di questa disciplina e che la caratterizza nella sua specificità come “nuova” area del sapere, certamente aperta a 360° verso gli sviluppi clinici che riguardano il cervello umano e il sistema nervoso nella sua totalità e complessità, come nelle applicazioni neuro-tecnologiche più sofisticate.

giovedì 11 dicembre 2014

mercoledì 10 dicembre 2014

Adina Roskies oggi a Roma

Oggi pomeriggio alle 15 la neuroeticista e neuroscienziata Adina Roskies impartirà una conferenza intitolata Intervention and Agency presso l'aula conferenza (piano terra) del Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo, via Ostiense 234 - Roma.

Per informazioni QUI.

martedì 9 dicembre 2014

The 2015 Springer's Handbook of Neuroethics

È appena uscito in formato cartaceo e digitale su richiesta, il corposo Handbookof Neuroethics pubblicato dalla prestigiosa Springer (2015). A breve su questo sito una recensione.

domenica 7 dicembre 2014

Sessualità e neuroscienza, intervista a Alberto Carrara


Guarda QUI l'intervista Sessualità e neuroscienza del prof. P. Alberto Carrara, LC realizzata mercoledì 3 dicembre dopo la presentazione del volume Differenza femminile? Prospettive per una riflessione interdisciplinare il cui primo capitolo, scritto dal prof. Carrara, tratta proprio la tematica della neurobiologia della differenza sessuale, in poche parole, del "cervello maschile" e del "cervello femminile".

sabato 6 dicembre 2014

Aracne: Differenza femminile? Prospettive per una riflessione interdisciplinare

Vai al sito dell'editrice ARACNE per vedere la galleria fotografica e le video-interviste degli autori del recentissimo volume Differenza femminile? Per una prospettiva interdisciplinare. Continua QUI.

Differenza femminile? Una riflessione interdisciplinare - 2

Foto del volume (a sinistra) e del depliant del
diploma di specializzazione 2015 (a destra)
Mercoledì scorso, 3 dicembre, dalle 15 alle 17, presso l'aula tesi dell'APRA (Ateneo Pontificio Regina Apostolorum) si è svolato il Primo seminario del Gruppo di Ricerca dell'Istituto di Studi Superiori sulla Donna intitolato: Differenza femminile? Una riflessione interdisciplinare

I membri del Gruppo di Ricerca
dell'Istituto di Studi Superiori della Donna 
Nell'ambito del seminario, i membri del gruppo di ricerca hanno presentato il loro lavoro annuale che si è plasmato nel volume appena pubblicato dall'editrice Aracne: Differenza femminile? Prospettive per una riflessione interdisciplinare (Roma, dicembre 2014, pp. 208). Questo primo "frutto" del gruppo di ricerca sarà anche il testo di riferimento del diploma di specializzazione su Differenza sessuale, identità femminile e teoria del gender che l'Istituto di Studi Superiori sulla Donna promuove a partire da marzo del 2015.

Il primo contributo del libro, intitolato: Neurobioetica della differenza (bipolarità) sessuale umana, firmato dal prof. P. Alberto Carrara, LC, considera la prospettiva contemporanea delle neuroscienze applicate alla sessualità umana, nello specifico, al pensiero e alla realtà della differenza. 

venerdì 5 dicembre 2014

Evandro Agazzi: le neuroscienze nell'antropologia filosofica contemporanea

Il prof. Carrara in primo piano, introducendo
la lezione magistrale del prof. Evandro Agazzi
Ieri pomeriggio nel del Corso di Elementi di Neurobioetica diretto dal prof. P. Alberto Carrara, LC all'interno del Master in Scienza e Fede dell'APRA, è stata riproposta la video-registrazione della lezione magistrale tenuta dal filosofo italiano della scienza Evandro Agazzi lo scorso 19 novembre sempre all'APRA. Il professor Agazzi ha compiuto quest'anno 80 anni. Con oltre 80 volumi pubblicati e più di 1000 articoli scientifici, il filosofo Agazzi ha recentemente pubblicato con l'editoriale Springer un corposo volume di ben 482 pagine intitolato: Scientific Objectivity and Its Context

Una breve presentazione di questo testo, che certamente è uno dei pochi, se non l'unico compendio di filosofia della scienza di stampo realista, afferma:

"The first part of this book is of an epistemological nature and develops an original theory of scientific objectivity, understood in a weak sense (as intersubjective agreement among the specialists) and a strong sense (as having precise concrete referents). In both cases it relies upon the adoption of operational criteria designed within the particular perspective under which any single science considers reality. The “object” so attained has a proper ontological status, dependent on the specific character of the criteria of reference (regional ontologies). 

giovedì 4 dicembre 2014

Evandro Agazzi: le neuroscienze nell'antropologia filosofica


Oggi pomeriggio dalle 15:30 alle 17 verrà proiettata la video-registrazione della conferenza che il filosofo Evandro Agazzi ha tenuto lo scorso 19 novembre presso il corso di Antropologia filosofica nell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. 

mercoledì 3 dicembre 2014

Differenza femminile? Una riflessione interdisciplinare


Oggi pomeriggio alla 15 la presentazione del gruppo di ricerca dell'Istituto di Studi Superiori sulla donna di cui è membro il prof. P. Alberto Carrara, LC che si occupa degli aspetti neurobiologici e neurobioetici. Verrà presentato il volume edito dall'editrice Aracne in cui si trova l capitolo "Neurobioetica della differenza (bipolarità) sessuale umana" del prof. Carrara. Prossimamente forniremo una recensione del volume. Da marzo 2015 partirà il diploma di specializzazione di Differenza sessuale, identità femminile e teoria del gender curato dagli stessi membri di questo gruppo di ricerca. 

Neuroesperti: le evidenze scientifiche contro la sentenza di morte

Ieri, sul portale di Avvenire, è stato pubblicato, da parte della Società Italiana di Neuroetica (la SINe), un comunicato relativo alla condanna a morte del disabile mentale del Texsas che si svolgerà proprio oggi, mercoledì 3 dicembre.
In qualità di membro della SINe mi associo al comunicato intitolato: Neuroesperti: contro ogni evidenza scientifica che riporto di seguito in forma integrale (Prof. P. Alberto Carrara, LC).
 
"La Società italiana di Neuroetica e Filosofia delle Neuroscienze, in un comunicato, stigmatizza la condanna a morte del disabile mentale in Texas e denuncia come la decisione vada contro ogni evidenza scientifica.

martedì 2 dicembre 2014

Prima interfaccia diretta cervello-cervello nell'essere umano

di Alberto Carrara, LC

Una ricerca sorprendente quella che è stata recentemente confermata attraverso la replica scientifica di dati ampliati rispetto al 2013 ed ora disponibili grazie alla pubblicazione sulla prestigiosa rivista PLOS ONE dello scorso novembre 2014 di un lavoro intitolato: A Direct Brain-to-Brain Interface in HumansQuesti dati rappresentano i primi risultati dell’efficacia della cosiddetta BBI, Brain-to-Brain Interface in Humans, cioè della comunicazione umana mediata da un’interfaccia cervello-cervello. Di cosa si tratta?

domenica 30 novembre 2014

Brain Regions that Encode Harry Potter's Story, Article

Citation: Wehbe L, Murphy B, Talukdar P, Fyshe A, Ramdas A, et al. (2014) Simultaneously Uncovering the Patterns of Brain Regions Involved in Different Story Reading Subprocesses. PLoS ONE 9(11): e112575. doi:10.1371/journal.pone.0112575
Read the article HERE.

Brain Regions that Encode Harry Potter 's Story

Some people say that reading “Harry Potter and the Sorcerer’s Stone” taught them the importance of friends, or that easy decisions are seldom right. Carnegie Mellon University scientists used a chapter of that book to learn a different lesson: identifying what different regions of the brain are doing when people read.
Researchers from CMU’s Machine Learning Department performed functional magnetic resonance imaging (fMRI) scans of eight people as they read a chapter of that Potter book. They then analyzed the scans, cubic millimeter by cubic millimeter, for every four-word segment of that chapter. The result was the first integrated computational model of reading, identifying which parts of the brain are responsible for such subprocesses as parsing sentences, determining the meaning of words and understanding relationships between characters.
As Leila Wehbe, a Ph.D. student in the Machine Learning Department, and Tom Mitchell, the department head, report today in the online journal PLOS ONE, the model was able to predict fMRI activity for novel text passages with sufficient accuracy to tell which of two different passages a person was reading with 74 percent accuracy...

sabato 29 novembre 2014

Neurobiologia delle nuove dipendenze

Giovedì scorso 27 novembre dalle 15:30 alle 17, all’interno del mio corso di Elementi di Neurobioetica del Master in Scienza e Fede, ho avuto il piacere di ospitare la dottoressa Donatella Marazziti, psichiatra dell'Università di Pisa.

La professoressa Marazziti ha trattato i seguenti temi: Neurobioetica delle dipendenze: il sistema della gratificazione, le sue alterazioni, le nuove dipendenze (droghe, gioco d’azzardo, sesso, pornografia, etc.) e la neurobiologia dell’attaccamento

La conferenza ha riscontrato un ampio interesse. 

mercoledì 26 novembre 2014

La psichiatra Donatella Marazziti domani all'APRA


Info sulla docente invitata prof.ssa Donatella Marazziti che domani all'interno del Corso di Elementi di Neurobioetica diretto dal prof. P. Alberto Carrara, LC impartirà una lezione intitolata: Neurobioetica delle dipendenze: il sistema della gratificazione, le sue alterazioni, le nuove dipendenze (droghe, gioco d'azzardo, sesso, pornografia, etc.) e la neurobiologia dell'attaccamento. Per ulteriori informazioni, leggi QUI

Neurobiologia delle nuove dipendenze, domani all'APRA

Domani all'APRA (Ateneo Pontificio Regina Apostolorum) di Roma, all'interno del Corso di Elementi di Neurobioetica diretto dal prof. P. Alberto Carrara, LC, la professoressa Donatella Marazziti, psichiatra, farà il punto della situazione su: Neurobioetica delle dipendenze: il sistema della gratificazione, le sue alterazioni, le nuove dipendenze (droghe, gioco d'azzardo, sesso, pornografia, etc.) e la neurobiologia dell'attaccamento.

martedì 25 novembre 2014

Virtual reality vs real-world environments, the brain reacts differently

UCLA neurophysicists have found that space-mapping neurons in the brain react differently to virtual reality than they do to real-world environments. Their findings could be significant for people who use virtual reality for gaming, military, commercial, scientific or other purposes. Read more HERE (Nature Neuroscience) and a summary HERE (Neuroscience News)

venerdì 21 novembre 2014

Panoramica sul cervello umano: la rivoluzione delle neuroscienze

Il neurochirurgo Aldo Spallone all'inizio della lezione
dopo la presentazione del prof. Carrara
Ieri pomeriggio, dalle 15:30 alle 17:30, il neurochirurgo Aldo Spallone, direttore dell'NCL - Neurological Center of Latium, ha impartito la lezione intitolata: Una panoramica sul sistema nervoso e sul cervello umano: la rivoluzione delle neuroscienze, all'interno del corso di Elementi di Neurobioetica diretto dal prof. P. Alberto Carrara, LC nel programma del Master in Scienza e Fede dell'APRA (Ateneo Pontificio Regina Apostolorum) di Roma. 

Il dottor Spallone ha presentato il sistema nervoso centrale umano concentrandosi sul cervello.

L'esposizione di neuroanatomia e neurofisiologia ha seguito anche un andamento storico-evolutivo rispetto all'arte neurochirurgica e si è valsa di interessanti video di neurochirurgia oncologica (interventi neurochirurgici praticati dallo stesso dottor Spallone).

Questa lezione ha permesso di inquadrare, in modo approfondito ed estremamente aggiornato, i sostrati neuroanatomici e neurofisiologici che accompagneranno tutte le altre lezioni del corso di Elementi di Neurobioetica

giovedì 20 novembre 2014

Panoramica sul cervello umano, oggi all'APRA


Evandro Agazzi all'APRA

Il filosofo Evandro Agazzi ieri all'APRA
Ieri, all'interno del corso di Filosofia dell'uomo (o antropologia filosofica) e di Elementi di Neurobioetica (Master in Scienza e Fede) diretti dal prof. P. Alberto Carrara, LC, il professor Evandro Agazzi, filosofo italiano della scienza, ha impartito una lezione intitolata: Le neuroscienze nel quadro di un'antropologia filosofica.

Il professor Agazzi, partendo da un inquadramento storico-teoretico dello sviluppo della nozione di "scienza" e di "sapere scientifico" in relazione con la filosofia, e dopo aver presentato le conseguenze più salienti della rivoluzione galileiana, ha messo in luce il rapporto tra contemporanee neuroscienze o discipline che hanno il cervello come organo di studio, e visione unitaria dell'essere umano. 

In ambito antropologico, ha concluso il professor Agazzi, è necessario andare oltre all'atteggiamento meramente empirista, tipico delle scienze positive, fino ad una vera e propria metafisica dell'essere. 

martedì 18 novembre 2014

Le neuroscienze nel quadro di un'antropologia filosofica


APRA - 19 novembre 2014 - 8:30-10:15
Il profesor Evandro Agazzi impartirà una lezione all'interno del corso di Filosofia dell'uomo e di Elementi di Neurobioetica diretti dal prof. P. Alberto Carrara, LC.

lunedì 17 novembre 2014

Coscienza ed esperienza immaginativa, report

Giovedì scorso, 13 novembre, all'interno del corso di Elementi di Neurobioetica diretto dal prof. P. Alberto Carrara, LC, il dottor Alberto Passerini, psichiatra e psicoterapeuta GIREP, direttore della SISPI, Scuola Internazionale di Specializzazione con la Procedura Immaginativa, ha impartito una lezione intitolata: Coscienza ed esperienza immaginativa

Di seguito alcune immagini della lezione. 

Neurotheology, an interesting summary

J Clin Diagn Res. Jul 2013; 7(7): 1486–1490.
Published online May 8, 2013. Read the whole PDF HERE