venerdì 25 novembre 2011

XXV SEMINARIO INTERDISCIPLINARE DEL GRUPPO DI NEUROBIOETICA


Ateneo Pontificio Regina Apostolorum
Istituto Scienza e Fede
Cattedra Unesco di Bioetica e Diritti Umani
Gruppo di Neurobioetica
XXV° seminario interdisciplinare
del Gruppo di Neurobioetica




La melanconia: tra psicopatologia e neurobiologia
Melancholy: between psychopathology and neurobiology

Relatori: Maria Luisa Pulito - Stefano Ciani - Enrico Visani
Elena Grassi - Adalgisa Palma - Daniele Nacca
Modera Maria Luisa Pulito
Venerdì 25 novembre 2011  Dalle 16:30 alle 19:00
Aula A202 (2º piano)    Ingresso libero


giovedì 3 novembre 2011

SEMINARIO: Rapporto mente-cervello nell’unità della persona umana - II

INTRODUZIONE
1.      L’attualità di un tema antico quanto l’uomo

Il problema del rapporto tra anima e corpo, o come lo ridefinisce Max Scheler aggiungendo alla dimensione corporale quella vitale e convertendolo nel «rapporto fra l’anima e il corpo-vivente», costituisce una questione filosofica profonda che per tanti secoli, dagli albori della filosofia Occidentale fin ai suoi sviluppi contemporanei, non ha mai dato tregua[1] a quel ricercatore della verità che è l’uomo stesso. Siamo dinnanzi ad «un luogo speciale della filosofia», centrale, inevitabile, reale a colui che non voglia desistere dallo sforzo di fare filosofia seria[2].
Tale rapporto emerge preponderante nelle diatribe intellettuali dell’antica Grecia. È lo stesso Eraclito ad affermare il carattere misterioso di quel principio denominato da Anassagora νος (principio di ordine cosmico) e successivamente da Platone ψυχή (principio di moto sempiterno) avvertendo, forse per primo nella storia del pensiero filosofico Occidentale, il problema dell’io[3]: «investigai me stesso».

martedì 1 novembre 2011

SEMINARIO: Rapporto mente-cervello nell’unità della persona umana - I

Da martedí 11 ottobre 2011 è attivo il seminario settimanale dal titolo: Rapporto mente-cervello nell’unità della persona umana che sto offrendo agli studenti di filosofia dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma.

Il rapporto anima-corpo, mente-cervello è una delle tematiche filosofiche che non hanno mai lasciato in pace quel ricercatore della verità che è l’essere umano. Questo seminario intende presentare, attraverso la lettura ed analisi di testi selezionati, l’intricato percorso diacronico del rapporto anima-corpo, mente-cervello, all’interno di una prospettiva filosofica di sintesi antropologica che tenga costantemente sull’orizzonte l’unità della persona umana.

Da Alcmeone di Crotone, passando per Ippocrate, Platone, Aristotele, Lucrezio, Plotino, Tommaso d’Aquino, Cartesio, Leibniz, Kant, Scheler, fino ai contemporanei Popper ed Eccles, voglio introdurre gli studenti all’attualità di un tema antico quanto l’essere umano stesso.

Pubblicherò di volta in volta su questo blog una parte del materiale.