lunedì 20 febbraio 2012

LIBRO BIANCO (I)

Qualche settimana fa, in occasione della Giornata nazionale degli Stati vegetativi (9 febbraio), avevo riassunto i recenti sviluppi scientifici sugli stati alterati di coscienza. Con oggi, inizierò la pubblicazione (con commento) del testo edito dal Ministero Italiano della Salute ed intitolato: Seminario permanente sugli Stati Vegetativi e di Minima Coscienza. Il libro bianco sugli stati vegetativi e di minima coscienza.

Il testo è stato realizzato dalle associazioni che rappresentano i familiari ed è stato coordinato da Fulvio De Nigris.

I diversi autori sono: Renato Avesani, Annalisa Basso, Paola Chiambretto, Lucia Lucca, Rosaria, Elefante, Elena Di Girolamo, Paolo Fogar, Rita Formisano, Alfredo Granata, Antonella Leto, Francesco Napoletano, Roberto Piperno, Massimo Prior, Gian Pietro Salvi, Claudio Taliento, Roberto Rago, Edda Sgarabottolo, Maria Elena Villa.

Il “Seminario permanente di confronto sugli Stati Vegetativi e di Minima Coscienza” è stato istituito dal Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali nel maggio del 2008 per iniziativa dell’on. Eugenia Roccella, sottosegretario prima al Lavoro, Salute e Politiche Sociali e ora alla Salute. È composto da associazioni aderenti a:

LA RETE (Associazioni riunite per il Trauma Cranico e Gravi
Cerebrolesioni Acquisite)
FNATC (Federazione Nazionale Associazioni Trauma Cranico)
Vi.Ve (Vita Vegetativa)

L’indice abbarca le seguenti tematiche:

PERCHE’ UN LIBRO BIANCO
IL RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI
IL RIENTRO A DOMICILIO DELLA PERSONA IN STATO
VEGETATIVO
L’ACCOMPAGNAMENTO DELLA FAMIGLIA
LA PROMOZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI E
ASSISTENZIALI DEI PAZIENTI
IN STATO VEGETATIVO E DI MINIMA COSCIENZA NELLA
FASE DI CRONICITÀ
DOMICILIO O STRUTTURE RESIDENZIALI: UNA SCELTA
DIFFICILE
ESPERIENZE ASSISTENZIALI : ALCUNI ESEMPI
ASPETTI LEGALI: LA TUTELA DELLE PERSONE NON
“COMPETENT” (INCAPACI)
COMUNICARE IL COMA

Nessun commento:

Posta un commento