giovedì 13 dicembre 2012

MENTE & COSCIENZA: XXXIII Incontro del Gruppo di Neurobioetica


Ateneo Pontificio Regina Apostolorum
Istituto Scienza e Fede
Cattedra Unesco di Bioetica e Diritti Umani
Gruppo di Neurobioetica

Seminario

Mente e Coscienza: fenomenologia, neuroscienze e psicoterapia

 

Roma, venerdì 14 dicembre 2012
 ore 16:30-19:00

Ateneo Pontificio Regina Apostolorum
AULA TESI
Ingresso libero
 
Presentazione

...e la coscienza? Fenomenologia Psico-patologia Neuroscienze, Laterza, Bari 2012
«L’obiettivo del volume è di esplicitare le “ragioni” di un confronto fra fenomenologia, psico-patologia e neuroscienze cognitive, in vista dell’unità e della qualità del sapere. L’indagine è stata determinata da una duplice esigenza: la messa a punto dei principali nuclei teorici afferenti alla questione ... e la coscienza?, e la contestualizzazione storica dei nodi salienti che, a partire dagli esiti filosofici della modernità, hanno determinato la configurazione del panorama filosofico ed epistemologico contemporaneo. Non solo gli addetti ai lavori, ma ogni lettore mosso da curiosità intellettuale, dal desiderio di un aggiornamento puntuale e dalla necessità di comprendere questo tempo che è il nostro, ha a disposizione i risultati delle ricerche più recenti negli ambiti del sapere sopra indicati e la loro possibile connessione».
Immaginario: cura e creatività, Alpes, Roma 2009
«È nella contemplazione della Roma d’oggi che colui che passeggia scopre gli strati del tempo trascorso, le vestigia della Roma antica ricoperte dalle costruzioni passate e poi dai tempi moderni: lo spazio è una metafora e, grazie all’immaginazione, noi compiamo un viaggio nel tempo.  Movimento che ha la capacità dinamogenica del cambiamento: cambiare è muoversi, via di rivelazione e d’avventura.  La conoscenza delle basi neurali della stimolazione immaginativa, permette nuove operatività e spunti di ricerca per una metapsicologia dell’immagine: qual’è l’importanza dei neuroni-specchio nella  circolarità tra l’immaginato del paziente e quello del terapeuta?  Come sfruttare la transmodalità del fenomeno immaginativo? Come agire sulle reti associative inconsce per incidere su modelli consci alterati di pensiero, sentimento, motivazione e regolazione affettiva?  Il libro è diretto a coloro che, come gli Autori, amano e si appassionano per l’affascinante mondo dell’immaginario.  A coloro che, archeologi della mente secondo la definizione di Freud, ne vogliano diventare gli architetti per completarsi professionalmente nell’esserne degli artisti».

Programma
16:30   Introduzione ai lavori; moderatore
Dott. Alberto Carrara, LC
UPRA; Gruppo di Neurobioetica

16:50   La Coscienza fra Fenomenologia e Scienze
Prof.ssa Angela Ales Bello
PUL; Centro Italiano di Ricerche Fenomenologiche

17:20   L’oltre fenomenologico delle neuroscienze. Una via post-moderna al “problema difficile” della coscienza?
Prof.ssa Patrizia Manganaro
PUL, Storia della Filosofia Contemporanea e Filosofia del Linguaggio

17:40   L’Esperienza Immaginativa dal neurone alla psicoterapia
Dott. Alberto Passerini
Psichiatra – fondatore e direttore della S.I.S.P.I

18:00   Per una tropologia della mente
Prof.ssa Valeria Chiore
Università degli Studi di Napoli; Association des Amis de Gaston Bachelard

18:20   Dibattito
19:00   Conclusione dei lavori e rinfresco

In collaborazione con:
- STOQ (Science Theology and the Ontological Quest)
- Facoltà di Filosofia
- Facoltà di Bioetica

INFO.

Nessun commento:

Posta un commento