sabato 31 marzo 2012

... e la coscienza? – un’opera da non perdere!

Questa mattina, sabato 31 marzo 2012, il mese si chiude in modo particolarmente piacevole!
Ho, da poche ore, ricevuto l’ultima opera curata dalle professoresse Angela Ales Bello e Patrizia Manganaro intitolata: ... e la coscienza? Fenomenologia Psico-patologia Neuroscienze, edito da Laterza, Bari 2012.


venerdì 30 marzo 2012

SEMINARIO: Rapporto mente-cervello nell’unità della persona umana – VII

Oggi, dopo aver parlato, nell’ultimo post, della figura del grande Ippocrate, “padre” della medicina, consideriamo il rapporto anima-corpo (mente-cervello) in Platone.

mercoledì 28 marzo 2012

NEURO-DIRITTO (NEURO-LAW) (I)

- neuroscienze e diritto: quando le neuroscienze entrano nei tribunali -
di Alberto Carrara, LC

Inizio con questo post una rassegna sul quel ramo della neuroetica che viene denominato “neuro-law” o neuro-diritto. Nel n. 87 della rivista Mente&Cervello  (marzo 2012) è apparso un ottimo articolo sintetico sull’argomento, centrato sopratutto sulla situazione italiana che si profila d’avanguardia in questo settore.

lunedì 26 marzo 2012

Esiste davvero il “cervello gay”? (II)

Continuo, con questo secondo "post" il tema relativo alla presunta esistenza del cosiddetto "cervello gay".


........... “Il sistema nervoso, quale centro d’integrazione della vita istintiva, come pure del mondo emotivo ed affettivo, ha molto a che vedere con la sessualità e considerando il fatto che il comportamento sessuale dell’uomo e della donna sono distinti, bisogna supporre a priori che i centri nervosi sessuali presentano differenze in entrambi i sessi”, in questo modo formulava il problema un esperto [1].


¿Existe “el cerebro gay”? (II)

A continuación del primer artículo del lunes pasado.


..........“El sistema nervioso, como centro de integración de la vida instintiva así como del mundo emotivo y afectivo, tiene mucho que ver con la sexualidad, y dado que el comportamiento sexual del varón y de la mujer son distintos, cabe suponer a priori que los centros nerviosos sexuales presenten diferencias en ambos sexos”, así plantea la problemática un experto [1].


venerdì 23 marzo 2012

Is there really a "gay brain"? (I)

- biological and neurological factors in homosexuality -

by Alberto Carrara

The journalist Ann Landers, years ago, assured that: "one is born gay" and millions of people have believed and continue to have faith in it.

We then ask ourselves: can science provide empirical data to prove this statement?

In short: are you born gay or are you become gay?

SEMINARIO: Rapporto mente-cervello nell’unità della persona umana - VI


Dopo aver parlato, nell’ultimo post, della figura di Alcmeone di Crotone, “padre” della neuroanatomia e considerato iniziatore in occidente della pratica autoptica, oggi mi concentrerò sul grande Ippocrate.


mercoledì 21 marzo 2012

XXIX Incontro del Gruppo di Neurobioetica: 23 marzo 2012


Ateneo Pontificio Regina Apostolorum
Istituto Scienza e Fede
Cattedra Unesco di Bioetica e Diritti Umani
Gruppo di Neurobioetica

XXIX Incontro del Gruppo di Neurobioetica
Roma, venerdì 23 marzo 2012


lunedì 19 marzo 2012

Esiste davvero il “cervello gay”? (I)

Con questo post inizio una serie di brevi articoli affrontando ogni lunedì (fino ad esaurimento della materia a disposizione) la tematica dell’omosessualità dal punto di vista prettamente scientifico ed antropologico.
Mi concentrerò in modo particolare sui dati neuroscientifici e genetici mirando ad una valutazione equilibrata di un tema così delicato.


Esiste davvero il “cervello gay”?

- fattori biologici e cerebrali nell’omosessualità -


Alberto Carrara


¿Existe “el cerebro gay”? (I)


Voy a empezar, con esta publicación, una serie de artículos (cada lunes hasta terminar) relacionado a los estudios genéticos y neurocientíficos que tratan de la orientación de la sexualidad humana, en lo particular, de la homosexualidad.


 

¿Existe “el cerebro gay”?

- factores biológicos y cerebrales en la homosexualidad –


Alberto Carrara

COSCIENZA E NEURO-LIBERTÀ: prezi presentation


«COSCIENZA E NEURO-LIBERTÀ: UNA PROSPETTIVA TOMMASIANA»
Segnalo la pubblicazione della presentazione del mio intervento al XX Convegno di Filosofia della Pontificia Università della Santa Croce, martedì 28 febbraion 2012. Link:

http://prezi.com/cwt4xcyishnu/coscienza-e-neuro-liberta/

Non è possibile scaricarla, soltanto prenderne visione. Nota: per la sua riproduzione, autorizzo chiunque a utilizzarla premettendo soltanto l’autore e il contesto. Grazie.

domenica 18 marzo 2012

LA COSCIENZA TRA MENTE E CERVELLO: ASPETTI ANTROPOLOGICI ED ETICI

Pubblico di seguito il testo integrale della mia relazione di giovedì scorso 15 marzo 2012 nel contesto del pomeriggio divulgativo La coscienza tra mente e cervello all'interno del Brain Awareness Week 2012.






COSCIENZA O COSCIENZE? ASPETTI ANTROPOLOGICI E RISVOLTI ETICI DELLA RICERCA NEUROSCIENTIFICA SUGLI STATI DI COSCIENZA

Alberto CarraraGruppo di Neurobioetica, Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Roma

venerdì 16 marzo 2012

BRAIN WEEK 2012: LA COSCIENZA TRA MENTE E CERVELLO

Uno degli eventi italiani più partecipati della Brain Awareness Week 2012!  

Roma, 15 marzo 2012. "La coscienza tra mente e cervello" è il titolo scelto per l'evento italiano più popolare che ha avuto luogo nella Settimana Mondiale del Cervello.

Più di "500 cervelli" connessi per questo evento organizzato presso l’Università Regina Apostolorum di Roma.

mercoledì 14 marzo 2012

LA COSCIENZA TRA MENTE E CERVELLO: 15 marzo 2012

Giovedì 15 Marzo -  ore 15.20 - pomeriggio di studio-riflessione sul tema:"La Coscienza tra mente e cervello: aspetti filosofici, bioetici, psicodinamici, clinici".


L'evento è in collaborazione con il Gruppo di Neurobioetica, la Scuola Internazionale di Specializzazione con la procedura immaginativa e con la Brain Awareness Week e si realizza all’interno del Master di Bioetica della stessa Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma.


martedì 13 marzo 2012

COSCIENZA E LIBERTÀ: RITA LEVI MONTALCINI INCONTRA TOMMASO D’AQUINO (III)

Per quanto concerne, invece, la libertà, in primo luogo, bisogna specificare che l’uomo, giudicando sul proprio agire in virtù della ragione, può giudicare secondo il suo arbitrio, a differenza degli altri animali, poichè conosce la natura del fine (rationem finis) e i mezzi (quod est ad finem) e la loro relazione mutua [1]. Così l’uomo è dotato di libertà, cioè, è causa sui, essendo non soltanto causa del suo movimento, ma essendo anche causa del suo stesso giudizio in virtù del quale può decidere se desidera agire e come realizzare l’atto. La stessa conclusione si trova anche nella Summa di Teologia [2].

 

domenica 11 marzo 2012

MENTE, PSICHE, COSCIENZA: QUANTO È LIBERO IL CERVELLO?

L'amica Viviana Kasam, presidente del Brain Forum Italia, mi ha inviato quest'invito che condivido con tutti voi.
Lunedì12 marzo 2012 alle 18.00 al Teatro Franco Parenti si terrà un incontro per inaugurare la Settimana Mondiale del Cervello:

“Mente, psiche, coscienza: quanto è libero il cervello?”

Organizzato da Viviana Kasam con il Prof. Comi, presidente della Società Italiana di Neurologia.

Ingresso libero fino a esaurimento posti.


venerdì 9 marzo 2012

I MIEI 3 ANNI NEL GRUPPO DI NEUROBIOETICA

Dal settembre 2009 sono entrato a far parte di una dinamica e stimolante realtà.
Marzo 2009: “nasceva” a Roma, presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum il Gruppo di Neurobioetica (GdN).

Il gruppo è stato fondato e ed è coordinato dalla dottoressa Adriana Gini, dal prof. Padre Rafael Pascual, LC e dal professor Alberto García.


Con questo post voglio ripercorrere le attività intraprese in questa bella avventura ringraziando tutti coloro che lo hanno fin'ora reso possibile!

mercoledì 7 marzo 2012

COSCIENZA E LIBERTÀ: RITA LEVI MONTALCINI INCONTRA TOMMASO D’AQUINO (II)

Riprendo sinteticamente parte del mio recente intervento presso la Pontificia Università della Santa Croce nel quale ho cercato (proposto) una sintesi integrativa tra la famosa e brillante neuroscienziata e premio Nobel per la Medicina Rita Levi Montalcini e la filosofia perennis di San Tommaso d’Aquino.
Fede e scienza, filosofia e scienza se autenticamente finalizzate alla ricerca della verità non sono in contrasto o in opposizione, ma sorprendentemente, seppur per cammini distinti, giungono alle medesime realtà.

lunedì 5 marzo 2012

SEMINARIO: Rapporto mente-cervello nell’unità della persona umana - V

Dopo aver considerato in modo introduttivo l’argomento nei 4 post precedenti: 1° novembre 2011, 3 novembre 2011 , 9 dicembre 2011 e 13 febbraio 2012, entriamo nel vivo degli autori, medici, filosofi e pensatori che hanno sviluppato sin dall’antichità la problematica del rapporto mente-cervello. Il primo pensatore da considerare è Alcmeone di Crotone.

venerdì 2 marzo 2012

15 MARZO: LA COSCIENZA TRA MENTE E CERVELLO!

    
Insieme all’amico dottor Alberto Passerini, fondatore e direttore del SISPI (Scuola Internazionale di Specializzazione con la procedura immaginativa), ho organizzato per giovedì 15 marzo 2012 alle ore 15.20, presso l’aula Master dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (Roma, via degli Aldobrandeschi, 190, 00163), un pomeriggio di studio sul tema:

giovedì 1 marzo 2012

COSCIENZA E LIBERTÀ: RITA LEVI MONTALCINI INCONTRA TOMMASO D’AQUINO (I)

Nel mio intervento di martedì 28 febbraio 2012 presso la Pontificia Università della Santa Croce, ho cercato di sostenere la tesi compatibilista, anzi, armonica, tra la magistrale definizione sintetica del premio Nobel per la Medicina Rita Levi Montalcini e la tradizione filosofica perennis che in Tommaso d’Aquino trova il suo vertice e sistematizzatore.
Per la neuroscienziata Rita Levi Montalcini, la coscienza umana è «tra le proprietà più sorprendenti e affascinanti del cervello umano» che consiste proprio nell’essere consapevole (il cervello) della propria consapevolezza.