lunedì 30 settembre 2013

Un nano sulle spalle di giganti - 1

"Un nano sulle spalle di giganti". Questo è il titolo che il nostro direttore esecutivo Dr. Alberto Carrara, L.C., ha scelto per illustrare gli incontri accademici e mediatici che l'hanno coinvolto quale nuovo Coordinatore del Gruppo di Neurobioetica (GdN) durante la scorsa settimana.

Mercoledì scorso, il Dr. Carrara ha partecipato quale ospite invitato alla conferenza magistrale tenuta dal prof. Evandro Agazzi, Professore emerito di Filosofia della Scienza, presso la Fondazione Ut vitam habeant



mercoledì 25 settembre 2013

Benedetto XVI e la neuroetica

di Alberto Carrara, L.C. (direttore esecutivo N&N)

Sorprendono sempre più questi due personaggio in bianche vesti: l'uno, il Pontefice in carica, Papa Francesco, che risponde con una lettera all'ex-direttore del quotidiano italiano La Repubblica Eugenio Scalfari, l'altro, il Papa emerito, Benedetto XVI che, con la sua lettera di 11 pagine datata 30 agosto 2013, si dirige al matematico “impertinente” Pier Giorgio Odifreddi.

LaRepubblica di ieri, 24 settembre, titola così: Ratzinger: “Caro Odifreddi le racconto chi era Gesù”. La fede, la scienza, il male. Un dialogo a distanza fra Benedetto XVI e il matematico.

martedì 24 settembre 2013

A computer vs our brain

Brain May Rely on Computer Like Mechanism to Make Sense of Novel Situations.

Our brains give us the remarkable ability to make sense of situations we’ve never encountered before—a familiar person in an unfamiliar place, for example, or a coworker in a different job role—but the mechanism our brains use to accomplish this has been a longstanding mystery of neuroscience.

lunedì 23 settembre 2013

Storia della Neuroetica (2)

Lunedì scorso si apriva la Rubrica: Storia dellaNeuroetica: se ha una storia, è una disciplina. Continuiamo quest'oggi quest'appuntamento settimanale di approfondimento neuroetico.
…...... (continua)
Allo scopo di avvicinarci ad una definizione di Neuroetica, è utile formulare, come suggerisce all’inizio del suo libro Neuroética práctica. Una ética desde el cerebro il professor ordinario di Filosofia Morale presso l’Università di Salamanca (Spagna) Enrique Bonete Perales, alcune domande6
L’introduzione a questo interessante libro esordisce proprio in questo modo: «Che cos’è il cervello? Come funziona? Qual’è il ruolo che svolge nell’esistenza umana?».

domenica 22 settembre 2013

Infografica: Il primo “cervello” in laboratorio

La notizia risale al 28 agosto 2013, ma l'articolo ufficiale e completo è uscito solo pochi giorni fa, il 19 settembre 2013: siamo riusciti a far sviluppare in laboratorio un tessuto nervoso a partire da cellule staminali.
Per la precisione si tratta di “organoidi cerebrali” (cerebral organoids: a human pluripotent stem cell-derived three-dimensional organoid culture system), ossia, un sistema di coltura tridimensionale derivato dalla crescita di cellule staminali pluripotenti umane, una massa cellulare che mima lo sviluppo del nostro organo cranico.

sabato 21 settembre 2013

Mini-Brains grow in laboratory!

Nature, Helen Shen, 28th of Agust 2013. Stem cells mimic human brains. “Mini-brains” help researchers to study neurological diseases in living human tissue.
With the right mix of nutrients and a little bit of coaxing, human stem cells derived from skin can assemble spontaneously into brain-like chunks of tissue. Researchers provide the first description and application of these ‘mini-brains’ today (28th of August) in Nature: Cerebralorganoids model human brain development and microcephaly.

venerdì 20 settembre 2013

giovedì 19 settembre 2013

Rubrica del mercoledì: Neuro-Antropologia e Neuro-Filosofia (2)


di Alberto Carrara*, Alberto Passerini** e Alessandra Pandolfi***
* biotecnologo e neurobioeticista, Ateneo Regina Apostolorum (Roma), Gruppo di Neurobioetica (GdN)
** Psichiatra, Psicoterapueta, S.I.S.P.I. – Scuola Internazionale di Specializzazione con la Procedura Immaginativa, Milano-Roma (www.sispi.eu)
*** Anestesista, Psicoterapeuta, S.I.S.P.I. – Scuola Internazionale di Specializzazione con la Procedura Immaginativa, Milano-Roma (www.sispi.eu)

«Trascendente ed Esperienze Immaginative [1]: Il Trascendente in psicoterapia
Considerare l’idea che l’Uomo ha dell’esistenza della divinità alla stregua di un pensiero magico o animistico, come si legge in alcuni scritti, significa, al di là di qualsiasi credenza religiosa, atea o agnostica, ignorare una parte dell’Essere nei suoi bisogni fondamentali; oltre a quelli di amare, essere amato ed essere riconosciuto nei propri significati: il trascendente (Toller, Passerini, 2007). 


mercoledì 18 settembre 2013

Rubrica del mercoledì: Neuro-Antropologia e Neuro-Filosofia (1)

La Rubrica N&N (Neuroetica & Neuroscienze) del mercoledì prevede la sezione: Tematiche relative alla Neuro-Antropologia e Neuro-Filosofia, come annunciato dopo la pausa estiva in data 15 agosto 2013.

Quest’oggi, presentiamo una tematica antropologica e neuroscientifica di rilevanza capitale che potremmo titolare: Dio e le Neuroscienze.
Si tratta della famigerata Neuro-teologia o Neuro-mistica, due ambiti della Neuroetica che indagano e riflettono sulle evidenze sperimentali relative all’esperienza umana del Trascendente (di Dio, del Tutt’Altro, etc.) secondo le neuroscienze contemporanee. Si cerca di capirne i fondamenti, si cerca di sviscerare le argomentazioni, si cerca di chiarire un ambito antropologico che trapassa ogni concretizzazione di una tale dimensione umana in strutture quali le “religioni”, i “credi”, etc.


La domanda cardine è: siamo progettati per credere?

lunedì 16 settembre 2013

RUBRICA DEL LUNEDÌ: Storia della Neuroetica (1)

Storia della Neuroetica: se ha una storia, è una disciplina, è il titolo emblematico dell’approfondimento-rubrica che inizia oggi e che proseguirà ogni lunedì su questo blog specialistico N&N (Neuroetica & Neuroscienze).

L’applicazione sempre più rapida ed immediata all’uomo delle scoperte neuroscientifiche, frutto dell’abbondante ricerca che mira a decifrare i misteri del cervello e della mente umana, ha fatto sorgere nell’opinione pubblica sentimenti spesso antitetici. In quasi tutti i contesti socio-culturali, il suffisso “neuro” sta trovando largo impiego e successo per le finalità più svariate: dal vendere al convincere. Si parla già di neuro-mania, neuro-fobia e di neuro-filia....

Neurology in the Age of Globalization: 21-26 September 2013

Vienna, Austria, 21-26 September 2013

Join leading neurologists at WCN 2013, the world's biggest neurology event. The XXI World Congress of Neurology (WCN) will feature a rich scientific programme, including the latest developments in clinical practice and research, distinguished plenary speakers, teaching courses, workshops, and lectures, all on the increasingly global aspect of our work.


Read now!


mercoledì 11 settembre 2013

IBA: THE ITALIAN BRAIN AWARENESS 2012-2013!

The IBA, Italian Brain Awareness, is an N&N's (Neuroethics and Neuroscience blog site) initiative, promoved by Alberto Carrara, L.C. (N&N director), and sponsored by different Italian and International Accademic Institutions.

Today, 11th of Septembre 2013,...

lunedì 9 settembre 2013

fMRI: NOT A MIND READER (YET?) (II)

..................

Too-Big Brother

Maybe not just yet. In fairness to their developers, these brain-decoding devices do have a plausible scientific use, namely to help scientists test their theories of how the brain works. Such devices also should be helpful in devising high-tech communications and control systems for people whose disabilities — including “locked-in syndrome”—preclude speech, sign language, and any use of their arms or legs....

sabato 7 settembre 2013

THE GREAT COP-OUT OF DARWINIAN BELIEF??? (I)

Thomas Nagel, one of the world renowned philosophers of mind, in his last book titled: Mind and Cosmos. Why the Materialist Neo-Darwinian Conception of Nature Is Almost Certainly False (Oxford University Press, 2012), presents a controversial argument and engages himself in the heated contemporary debate over whether materialism and neo-Darwinism can explain the mind-body problem....


giovedì 5 settembre 2013

DETECTED CONSCIOUS ACTIVITY IN VEGETATIVE STATE PATIENTS! - Owen 2013

The last 2013 Adrian M. Owen’s original investigation on patients with disorders of consciousness is the first in demonstrating “that some entirely behaviorally nonresponsive patients can use selective attention to communicate” (Abstract)....

mercoledì 4 settembre 2013

The Problem of Consciousness & J. Searle

Searle's New Mystery, or, How not to Solve the Problem of Consciousness, si intitola così l'articolo di Saulo de Freitas Araujo uscito recentemente sulla Rivista Internazionale di Filosofia e Psicologia, Vol. 4, n. 1 (2013).....

lunedì 2 settembre 2013

fMRI: NOT A MIND READER (YET?) (I)

From DANA Foundation's Web Site.
By: Jim Schnabel

Laboratory demonstrations of “mind reading” with functional MRI have been increasingly impressive, but significant real-world applications are still years away.