mercoledì 9 ottobre 2013

New Fellow of the UNESCO Chair in Bioethics and Human Rights

Segue traduzione in italiano

The Chairholder of the UNESCO Chair in Bioethics and Human RightsProf. Alberto García, appointed Prof. Alberto Carrara, L.C., new Coordinator of the Italian Neurobioethics’ Research Group (GdN), Fellow of the same Chair.



Fellows are scholars involved in a specific area of interest of the UNESCO Chair. Their task entail the education and training, academic research, and diffusion of knowledge though coordination different activities that will further the goals of the UNESCO Chair in Bioethics and Human Rights

In the case of Prof. Alberto Carrara, L.C., his specific area of interest of UNESCO Chair is Neurobioethics. In these last 4 years of intense activity, Prof. Carrara has distinguished itself for its commitment to academic research, education, training, and diffusion of brain and neurobioethical knowledge, both in Italian academic context, either in the international one. 

On July 2009, UNESCO signed an agreement to establish a UNESCO Chair in Bioethics and Human Rights with two Roman universities, Università Europea di Roma and Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. The UNESCO Chair offers a university framework of reflection and study, providing information and fostering the application of bioethical principles in science, medicine and new technologies based on the Universal Declaration on Bioethics and Human Rights.

Neurobioethics is one of the main areas of interest of the UNESCO Chair in Bioethics and Human Rights.


------------------------------------------------traduzione---------------------------------------------------

Il Direttore della Cattedra UNESCO di Bioetica e Diritti Umani, Prof. Alberto García, ha nominato il Prof. Alberto Carrara, L.C., nuovo Coordinatore del Gruppo Italiano di Ricerca in Neurobioetica (GdN), Fellow (Membro onorario) della stessa Istituzione.
Fellows (Membri onorari) sono studiosi ed esperti in alcune delle aree di interesse della Cattedra UNESCO. La loro missione è quella di promuovere la ricerca scientifica, l’informazione, l’educazione e la diffusione della conoscenza neuroscientifica e neurobioetica attraverso la coordinazione di attività sulla linea degli obiettivi della Cattedra UNESCO di Bioetica e Diritti Umani.
Nel caso specifico del Prof. Alberto Carrara, L.C., la sua area di interesse e specializzazione risulta essere quella della Neurobioetica. Negli ultimi 4 anni, il Prof. Carrara si è distinto per il suo alto impegno accademico nella ricerca e nella promozione della neurobioetica e delle tematiche ad essa affine, collaborando con numerose Istituzioni, tra cui la DANA Foundation.
Nel luglio 2009, l’UNESCO firmò un accordo con le due Università romane, la UER (Università degli Studi Europea) e l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, per stabilire una Cattedra UNESCO di Bioetica e Diritti Umani.
La Neurobioetica è una delle aree principali di interesse della Cattedra stessa.

Nessun commento:

Posta un commento