martedì 18 marzo 2014

Neuroetica a Padova: ecco il programma di maggio

di Riccardo Carrara

Dal 14 al 16 maggio si svolgerà a Padova, nell'aula Nievo del Palazzo del Bo, in via VIII Febbraio, la sesta edizione del Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica e il primo Congresso della Società Italiana di Neuroetica (SINe). 
Il titolo degli incontri, promossi da Andrea Lavazza e Giuseppe Sartori, sarà: "Uno sguardo da quale mente? La prospettiva neuroetica". 
È appena uscito il programma, con relatori molto interessanti.

La giornata di mercoledì 14 maggio presenta una prima sessione al mattino (in italiano) intitolata "Un dialogo sulla mente estesa" e vede come relatori:  

- Michele Di Francesco, filoso e nuovo Rettore dello IUSS di Pavia che ne 2012 ha scritto insieme a Giulia Piredda "La mente estesa. Dove finisce la mente e comincia il resto del mondo?" (Mondadori Università), 
- Fabio Paglieri, ricercatore all'Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR di Roma e si occupa tra le altre cose del ruolo del contesto naturale e sociale nella formazione della coscienza, concentrando il suo lavoro nel processo decisionale per l'azione e nelle dinamiche di credenze, sia individuali sia sociali.
- Roberto Mordacci (come moderatore), preside della Facoltà di Filosofia dell'Università Vita-Salute del San Raffaele, si è dedicato in particolar modo ai temi dell'etica e delle ragioni morali, dell'etica pubblica e del rispetto e, infine, al tema della neuroetica.

La sessione pomeridiana, intitolata "Filosofia e Scienze cognitive" (sempre in italiano) vedrà la presenza di Mario De Caro dell'Università Roma Tre e la Lectio Magistralis di Diego Marconi, filosofo del linguaggio, che verrà premiato in questa occasione con la medaglia SINe (ossia la medaglia della Società italiana di Neuroetica).

Giovedì 15 maggio la sessione mattutina sarà in inglese con gli interventi su Neuroscienze, genetica e diritto di Alberto Priori, Pietro Pietrini, Giuseppe Sartori e, come moderatore, Stefano Canali
Nel pomeriggio, invece, si parlerà di Neuroscienze e neuroetica. Prima Alberto Oliverio, che è anche il presidente della neo Società italiana di Neuroetica e poi, a conclusione della giornata, la Lectio Magistralis di Michael Gazzaniga, neuroscienziato statunitense, professore di psicologia all'Università della California, Santa Barbara e direttore del centro per lo studio della mente SAGE. Nel 2012 ha scritto il libro "Who's in Charge? Free will and the science of the brain".

L'ultimo giorno del convegno, venerdì 16 maggio, si parlerà di empatia e vita sociale con Laura Boella, Pierre Jacob, Raffaella Rumiati, Karsten Stueber e Vittorio Sirono (moderatore).

Il programma dettagliato si può scaricare qui.

Nessun commento:

Posta un commento