venerdì 30 maggio 2014

Nuovo membro della Società Italiana di Neuroetica e Filosofia delle Neuroscienze

di Alberto Carrara, LC
Coordinatore del Gruppo di Neurobioetica (GdN) e
Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani

Venerdì 16 maggio scorso, partecipando al VI Convegno Scientifico Internazionale di Neuroetica all’Università di Padova, ho avuto il piacere di aderire come membro iscritto alla neonata SINe, Società italiana di neuroetica e filosofia delle neuroscienze (The Italian Society for Neuroethics), nata a Milano il 3 luglio 2013 e attualmente presieduta da Alberto Oliverio.

Tale “associazione scientifica no profit”, “vuole promuovere la ricerca e la divulgazione coinvolgendo il maggior numero di studiosi”.

Come si legge dalla portata principale del sito ufficiale della SINe, nella sezione Neuroscienze & Filosofia:

“As I see it, there are two main divisions of neuroethics: the ethics of neuroscience and the neuroscience of ethics. Each of these can be pursued independently to a large extent, but perhaps most intriguing is to contemplate how progress in each will affect the other.” (Adina Roskies)

La neuroetica è un campo disciplinare giovane e ancora fluido, dai confini elastici, nato dallo straordinario sviluppo dell neuroscienze cognitive e dalle loro potenziali ricadute teoretiche e pratiche, a livello etico, legale, sociale e politico.

Il carattere interdisciplinare fa della neuroetica uno spazio di intersezione tra vari campi del sapere - dalle neuroscienze alla filosofia, dalla psicologia al diritto, dall'estetica alla medicina, dalla genetica e alla teoria dell’evoluzione - tale da renderla naturalmente destinata a una collaborazione tra ricercatori di diversa impostazione, uniti dalla volontà di arrivare a una migliore comprensione dell’essere umano.

La Società italiana di neuroetica e filosofia delle neuroscienze (SINe), nata a Milano il 3 luglio 2013 e attualmente presieduta da Alberto Oliverio, vuole promuovere la ricerca e la divulgazione coinvolgendo il maggior numero di studiosi.

Sito istituzionale della SINe, QUI.


Nelle prossime settimane presenterò il “manifesto” e lo “statuto” della Società.

Nessun commento:

Posta un commento