mercoledì 29 ottobre 2014

Neuroscienze e libero arbitrio, domani all'APRA

Neurobioetica della libertà: libero arbitrio, comportamento morale e responsabilità personale dinnanzi alle neuroscienze, domani, giovedì 30 ottobre alle 15:30 all’Ateneo Regina Apostolorum di Roma (aula magna)

Sin dai tempi più remoti, il tema della libertà umana ha coinvolto l’interesse dei migliori pensatori. In un modo o nell’altro ci troviamo davanti alla contraddizione e allo scandalo tra determinismo e libero arbitrio. Oggigiorno il dibattito si centra sull’esistenza o l’illusorietà della libertà umana. Da una parte, eminenti neuroscienziati sfidano il nostro senso comune affermando categoricamente che il libero arbitrio è una mera illusione. Dall’altra la filosofia non esita a chiarire i termini in gioco e a precisare i confini metodologici.

Dagli esperimenti di Benjamin Libet degli anni ’80, dalle repliche di Haggard e Eimer, dai lavori di Soon e di Haynes (solo per citare alcuni dei più famosi neuroscienziati coinvolti nel settore), uno stuolo di ricercatori si è prodigato per sviscerare uno dei dilemmi più pressanti che lo spirito umano abbia conosciuto. Sembra proprio che alcuni di questi risultati empirici della ricerca neuroscientifica supportino con forza il fatto che l’essere umano possieda una semplice credenza di agire liberamente, quando, in realtà, sarebbe completamente determinato dal suo stesso cervello.

Possiamo allora rinunciare a ciò che chiamiamo libertà? Essa è soltanto una mera illusione frutto del nostro organo cerebrale? Dobbiamo far nostre le conclusioni di taluni neuroscienziati? Meglio ancora: le interpretazioni neuroscientifiche che vorrebbero aver cancellato per sempre la libertà umana riducendola ad attività elettrochimica cerebrale, sono consistenti dal punto di vista scientifico? Di che cosa realmente ci parlano gli interessanti studi neuroscientifici in materia?


Giovedì 30 ottobre alle 15:30 presso l’aula magna dell’Ateneo Regina Apostolorum, nell’ambito del corso Elementi di Neurobioetica del Master in Scienza e Fede, il prof. Padre Alberto Carrara, LC, cercherà di far luce sull’argomento con una lezione intitolata: Neurobioetica della libertà: libero arbitrio, comportamento morale e responsabilità personale dinnanzi alle neuroscienze.

1 commento:

  1. sarebbe possibile avere un estratto di questo incontro?

    RispondiElimina