lunedì 19 ottobre 2015

Neuroetica 2015-2016 all’APRA

Facoltà di Filosofia dell’Ateneo Regina Apostolorum (APRA) di Roma. Si è aperto la scorsa settimana, per il secondo anno consecutivo, il corso seminariale 2015-2016 FILS1028 dedicato alla Neuroetica (3 ECTS) impartito dal Prof. P. Alberto Carrara, L.C. docente della Facoltà e Coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica. L’anno scorso all’interno del Master in Scienza e Fede, il prof. Carrara ha diretto il corso opzionale Elementi di Neurobioetica (vedi QUI il programma e i docenti invitati).

Il corso di Neuroetica ospita eccezionalmente quest’anno 15 studenti (il massimo di studenti consentito da regolamento è 13 per i corsi seminariali). Di seguito riportiamo una breve descrizione. Il Syllabus completo si può consultare QUI di seguito. La presentazione Prezi introduttiva è consultabile QUI.

Le neuroscienze ci sorprendono ogni giorno di più con straordinarie scoperte e applicazioni innovative alla salute e alla vita dell’essere umano, sia malato, come sano.

Numerose sono le idee e i concetti classici che le scienze del cervello stanno mettendo in discussione. L’impiego delle moderne neurotecnologie permette di indagare la fisiologia che è alla base delle attività cognitive umane, delle emozioni, dei diversi comportamenti, dell’affettività, etc. Il problema dell’interpretazione e applicazione dei dati empirici ha fatto sorgere una nuova disciplina, la neuroetica, vero e proprio “ponte” tra neuroscienze, filosofia e riflessione bioetica

La neuroetica non è semplicemente un nuovo ambito o settore della bioetica classica, bensì si caratterizza quale nuovo terreno di riflessione antropologica, culturale e sociale

Questo seminario intende, attraverso la lettura e la riflessione di importanti autori di questa disciplina emergente, fornire allo studente una visione d’insieme sulla natura, sullo statuto e sul metodo proprio della neuroetica.

Lavazza, De Caro, Gandolfini, Conti, Giménez-Amaya, Sánchez-Migallón, Bonete Perales, Sironi, Di Francesco, sino a Walter Glannon, ecco alcuni degli autori con i quali gli studenti inizieranno a famigliarizzarsi in questo vasto ambito di riflessione interdisciplinare.

Per una sintesi storico-critica della neurobioetica, leggi QUI

Bibliografia:
Il materiale utilizzato nel seminario verrà distribuito dal docente dopo un’introduzione sintetica e panoramica sulla tematica.


Testo di riferimento: A. Carrara, «Neuroetica: ponte tra Bioetica, filosofia e natura», Studia Bioethica 6, nn. 1-2 (2013), pp. 129-137.

Nessun commento:

Posta un commento