martedì 26 gennaio 2016

Potenziamento cognitivo: Laura Palazzani al GdN

di Alberto Carrara, L.C.

Venerdì scorso ho avuto il piacere di ospitare al seminario del GdN (Gruppo di Neurobioetica) che coordino da alcuni anni, l'amica e collega Laura Palazzani, biogiurista alla LUMSA e vicepresidente del Comitato Nazionale per la Bioetica presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, che ha affrontato l’emergente tematica dell’ Enhancement, il cosiddetto “potenziamento”. 

Vi riporto un breve testo di introduzione tratto dalla quarta del volume della prof.ssa Palazzani intitolato proprio: Il potenziamento umano. Tecnoscienza, etica e diritto (G. Giappichelli Editore, Torino 2015):

«Da sempre l’uomo ha cercato di migliorare la sua condizione. Oggi nel contesto del rapido sviluppo della tecno-scienza si aprono nuove possibilità di interventi finalizzati all'enhancement o potenziamento della salute e della vita dell'uomo e della stessa umanità.

giovedì 21 gennaio 2016

GdN, seminario sul potenziamento cognitivo

Domani pomeriggio, il seminario del Gruppo di Neurobioetica (GdN) ospiterà la prof.ssa Laura Palazzani, nota biogiurista, autrice del recente volume: Il potenziamento cognitivo. Tecnoscienza, etica e diritto, che affronterà la tematica relativa al potenziamento cognitivo. Ulteriori info, leggi QUI.

MAO-A, ultimi dati sulla neuro-genetica della violenza – 2

di Alberto Carrara, LC
Coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica

L’ultimo numero della rivista BJPsych (gennaio 2016, Volume 208, No 1) contiene un interessantissimo articolo che si colloca all’interno di quell’ambito della neurobioetica (o neuroetica) che prende il nome di neuro-diritto o neurolaw

Lo studio, intitolato Effects of the MAOA gene and levels of exposure to violence on antisocial outcomes, dei ricercatori Isabelle Ouellet-Morin, Sylvana M. Côté, Frank Vitaro, Martine Hébert, René Carbonneau, Éric Lacourse, Gustavo Turecki e Richard E. Tremblay, pubblicato da poco sul British Journal of Psychiatry, ha preso in considerazione, nuovamente, il famigerato gene codificante la monoammina ossidasi di tipo A o MAO-A, gene correlato in letteratura al comportamento violento antisociale.

lunedì 18 gennaio 2016

Una vita per la neurochirurgia – 1

di Alberto Carrara, LC
Coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica

Tra i molti libri che ho ricevuto in regalo tra Natale e l’Epifania ce n’è uno in particolare che mi sta avvincendo. Si tratta di Una vita per la neurochirurgia. Dal presente al futuro. Un’eccellenza italiana racconta il suo mestiere e i segreti del cervello (Vallardi ed., Milano 2015, pp. 208) di Francesco DiMeco (con Daniela Condorelli). 8 capitoli avvincenti, preceduti da un prologo e seguiti da un epilogo e dai ringraziamenti, che consiglio a tutti. Quest’oggi ve lo presento e, nelle prossime settimane, entrerò a raccontarvelo. Partiamo da due semplici domande: chi si racconta in questo libro? E che ci dice?

venerdì 15 gennaio 2016

MAO-A, ultimi dati sulla neuro-genetica della violenza – 1

Nell'ambito del neurodiritto (NeuroLaw), ecco un ultimissimo studio neuro-genetico riguardante il famigerato gene codificante MAO-A e il comportamento antisociale violento (BJPsych 208,1, gennaio 2016). Su questo blog a breve, una sintesi....

mercoledì 13 gennaio 2016

Science: neurobiologia dell’anedonia

di Alberto Carrara, LC
Coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica

La cover del primo numero della rivista Science di quest’anno (January 2016, Volume 351, No 6268) reca la foto realizzata da Ken Garrett al simbolizzare la gran tematica biomedica e sociale dei vaccini, in particolare di quelli in fase sperimentale per il trattamento della sindrome respiratoria acuta severa (severe acute respiratory syndrome, pp. 16-19). Ma per la specificità dei nostri interessi in neuroscienze e neuroetica, questo volume di Science contiene un importante studio sulla cosiddetta anedonia. Che cos’è l’anedonia? A che si riferisce lo studio?
In questo post risponderò alla prima di queste due domande ed introdurrò l’argomento per poter rispondere, in un successivo post, al secondo quesito. Che cos’è l’anedonia? 

martedì 12 gennaio 2016

Neuroestetica e Psicoterapia, intervista

A seguito dell'ultimo seminario del Gruppo di Ricerca in Neurobioetica (GdN) di dicembre, dedicato all'impiego delle opere d'arte in ambito clinico psicoterapeutico, è disponibile l'intervista-sintesi pubblicata da ZENIT Italia. Per ulteriori informazioni visita il sito ufficiale del GdN QUI.

mercoledì 6 gennaio 2016

Schizofrenia: geni, neuroni e ambiente – 1

di Alberto Carrara, LC
Coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica

L’ultimo numero della rivista Nature Neuroscience (il primo di questo nuovo anno 2016 che si è aperto davanti a noi: January 2016, Volume 19, No 1), ha voluto dedicare la copertina ad importanti lavori neuroscientifici riguardanti il più grave disordine psicotico noto, quello ben ritratto nel film A Beautiful Mind, storia di vita del matematico statunitense vincitore del premio Nobel per l’Economia nel 1994 John Nash: la schizofrenia. La copertina della rivista (opera di Helen Spiers), in effetti, riprende gli studi di variazione epigenetica riguardanti la metilazione del genoma. L’alterazione chimica del materiale genetico, il DNA, in particolare, la metilazione (con effetti pressocché inibitori) e l’acetilazione (con effetti in gran parte attivatori), costituisce la modalità preferita di regolazione dell’espressione genetica che, a sua volta, orchestra la differenziazione cellulare e tissutale e lo sviluppo dell’organismo umano.

martedì 5 gennaio 2016

Eagleman, The Brain. The Story of You - 2

Considerato uno dei neuro-libri più interessanti e di successo del 2015, The Brain. The Story of You di David Eagleman, è stato presentato e recensito su Nature (vol. 526, pp. 41-42) lo scorso ottobre da Daniel Bor. Il titolo scelto è abbastanza eclettico: Neuroscience: The mechanics of mind, come la presentazione sintetica dell'opera di Eagleman che viene letta in questo modo: "a study of how the meat in our skulls generates the self". Eccovi le immagini dell'articolo originale....

domenica 3 gennaio 2016

Eagleman, The Brain. The Story of You

In un centimetro cubo di tessuto cerebrale ci sono molte più connessioni che le stelle della galassia della Via Lattea!”, così, uno degli esperti e divulgatori di neuroetica, introduce il suo avvincente “viaggio” nei meandri misteriosi ed affascinanti del nostro organo principe, il cervello! Viaggio che da trasmissione televisiva oggi diviene libro! È la storia di come la tua e la mia vita plasmino i nostri cervelli e di come i nostri cervelli plasmino le nostre vite! 
È stato classificato dalla rivista Nature, tra i migliori “neuro-libri” dell’anno che ci siamo oramai lasciati alle spalle, il 2015! Mi riferisco ad uno degli ultimi avvincenti volumi dell’esperto di NeuroLaw (neuro-diritto), David Eagleman, intitolato: The Brain. The story of you.
Il libro raccoglie le 6 ore di trasmissione andata in onda negli USA su PBS a cavallo tra ottobre e novembre 2015 e che verrà riporposta in Inghilterra sulla BBC4 a partire da febbraio 2016. Riporto, in un prossimo post, l’articolo che Daniel Bor ha scritto su Nature descrivendo questo volume. 

venerdì 1 gennaio 2016

2015. Una passione per la ricerca e l'insegnamento


Pubblichiamo di seguito una sintesi delle attività accademico-culturali 2015 del prof. P. Alberto Carrara, LC, direttore di questa pagina dedicata alle Neuroscienze e alla Neuroetica, coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica, Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani (Roma) e docente di Filosofia dell'uomo e Neuroetica presso la Facoltà di Filosofia dell'APRA (Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma). 



Il prof. Carrara ringrazia tutti coloro che in diversi modi hanno e stanno contribuendo a rendere possibile tutto questo. BUON ANNO NUOVO!