giovedì 27 ottobre 2016

Brains in action. Al via oggi il congresso SIPF

Dopo il Workshop Pre-Congresso su Potenziamento cognitivo e neurocognitivo per il benessere nel ciclo di vita di ieri, ha preso avvio questa mattina la tre giorni del XXIV Congresso Nazionale della SIPF (Società Italiana di Psicofisiologia). Uno dei membri del Gruppo di Neurobioetica (GdN), Riccardo Carrara, vi sta partecipando. La brochure, oltre a contenere il programma dettagliato delle tre giornate, riporta il messaggio di Michela Balconi, Presidente Congresso SIPF 2016 e di Simone Rossi Presidente SIPF. Nel testo si legge: “Cari colleghi, delegati, è con piacere estremo che vi diamo il benvenuto a Milano per l’apertura del XXIV Congresso della Società Italiana di Psicofisiologia... Come occasione di confronto, scambio e sviluppo dinamico, il Congresso Nazionale della Società Italiana di Psicofisiologia si è andato configurando, soprattutto negli ultimi anni, come momento apicale di confronto scientifico tra ricercatori di differente estrazione scientifica. L’eterogeneità dei saperi che i delegati e i ricercatori presenti rappresentano offre uno spaccato realistico della ricchezza che la Società offre nella sua veste attuale, in particolare nell’ambito delle neuroscienze cognitive e della psicofisiologia
Una ulteriore evidenza di fertile varietà dei saperi è rappresentata dalla scelta del tema della presente edizione del Congresso Nazionale, Brains in action: dalle Neuroscienze di Base ai Sistemi Sociali Complessi. L’obiettivo che ci siamo prefissi proponendo questo argomento è infatti proprio quello di rendere ragione della natura poliedrica dell’ambito delle neuroscienze e, al contempo, di mostrare come tra ricerca di eccellenza neuroscientifica e richieste della società civile non sussista un gap incolmabile…


Vi attendiamo dunque numerosi per condividere con voi questa esperienza che, ci auguriamo, sia per voi di grande valore scientifico e che rifletta una profonda integrazione dei saperi, come “parti” che armoniosamente compongono l’individuo. Come del resto anticipava il fondatore dell’Università Cattolica, padre Agostino Gemelli, medico e tra i primi ad occuparsi di psicofisiologia sperimentale a inizio ‘900: tanto l’organismo come la vita interiore sono singolarmente e reciprocamente organizzati in un tutto; l’uomo è un’unità inscindibile risultante dall’integrazione di una molteplicità di parti che culmina in un vertice che le riassume ed armonizza (A. Gemelli, G. Zunini, Introduzione alla psicologia, 1947)”.

Nessun commento:

Posta un commento