lunedì 29 maggio 2017

L'ultima evoluzione terapeutica delle BCI

Il recente studio sull’utilizzo terapeutico e neuro-riabilitante di sistemi di interfaccia cervello-macchina o cervello-computer (BCIs, Brain Computer Interfaces) apparso online sulla rivista Stroke lo scorso 26 maggio ha due importantissimi risultati.
Come si può leggere sin dalle conclusioni dell’abstract, gli autori del lavoro intitolato Contralesional Brain-Computer Interface Control of a Powered Exoskeleton for Motor Recovery in Chronic Stroke Survivors, riferiscono che in primo luogo, il loro studio condotto su 10 soggetti, dimostra il potenziale terapeutico dell’approccio neuro-riabilitativo mediato da sistemi di interfaccia cervello-computer (BCI) che interagiscono con le porzioni emisferiche corticali non danneggiate di pazienti che hanno sofferto di ictus cronico e sono rimasti emiparetici.

In secondo luogo, quest’innovativa ricerca clinica ha dimostrato che approcci neuro-riabilitanti di questo tipo hanno la concreta possibilità di poter venir “somministrati” ed applicati nell’ambiente domestico del paziente stesso. Quest’ultimo dato risulterà significativo per l’ulteriore sviluppo futuro di questi sistemi che potranno beneficiare numerosi pazienti e migliorare in modo significativo la loro qualità di vita. Si può leggere l'intervista ad alcuni degli autori dello studio realizzata da NeuroscienceNews.Com cliccando qui

Nessun commento:

Posta un commento