lunedì 19 marzo 2018

Settimana Mondiale del Cervello 2018 del GdN, una sintesi interattiva

Prof. P. Alberto Carrara, L.C
Alberto Carrara, coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma.

Sintetizzo in questo post l'intensa Brain Week 2018 che ha visto coinvolto me, in prima persona, e il gruppo di ricerca interdisciplinare che da anni ho l'onore di coordinare, in molteplici e dinamici eventi tra Pozzilli (Molise), Caserta (Campania), Roma e Milano, in collaborazione con importanti realtà accademiche, sanitarie e formative tra le quali l'IRCCS Neuromed, l'Università Europea di Roma e la Scuola Internazionale di Specializzazione con la Procedura Immaginativa (SISPI). Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile questa vera e propria maratona di consapevolezza sul nostro organo 'principe', il cervello. 

Lunedì 12 marzoBrainWeek Event. Neuroseminar: 'Neurobioetica' presso il Parco di ricerca di Neuromed a Pozzilli. L'IRCCS Neuromed ha organizzato nelle sue installazioni d'eccellenza di ricerca e clinica a Pozzilli (Isernia), un seminario sulla neurobioetica impartito dal prof. Carrara.  

 foto
Foto dell'evento

Intervista telegiornale TVI Molise 

Settimana Mondiale del Cervello 2018: intervista Appia Polis al professor Carrara


Settimana mondiale del cervello. Si è conclusa ieri, domenica 18 marzo, la #brainawarenessweek 2018 (12-18 marzo) promossa in tutto il mondo dalla The Dana Foundation. Sono contento di aver potuto coordinare numerosi eventi accademici, culturali e formativi durante tutta la settimana. Una bella maratona per la consapevolezza sul cervello e la ricerca neuroscientifica al servizio dello sviluppo integrale della persona umana. Grazie a tutti! Ecco la mia seconda intervista realizzata da Alessandro Aita di Appia Polis martedì scorso al polo Neurobiotech di Caserta, centro d'eccellenza per la medicina personalizzata.

domenica 18 marzo 2018

VHacks: hackers became ethicists


Alberto Carrara, Catholic priest, medical biotech-scientist and neuroethicist, member of the Pontifical Academy for Life (PAV). 

One week ago I was involved in a great experience: VHacks! Jakub Florkiewicz, from Harvard Business School, e-mailed me two months ago. He presented me the first Vatican hackathon ever, VHacks, a 36-hour collaborative event, that took place from March 8 till Sunday 11, 2018 at the Vatican City. Organized by OPTIC, students from Harvard and MIT, the Vatican, Microsoft, Google, Salesforce, and other institutions, VHacks targeted important global issues, including social inclusion, interfaith dialogue, and the migrant and refugee crisis, mixing together youth creativity and technological expertise. 

The mission of VHacks is to: leverage technology to address current global problems centered on hackathon themes; encourage value-based institutions to embrace technology to further their missions; promote collaboration among youth leaders across diverse academic, ethnic and religious backgrounds.

sabato 17 marzo 2018

Settimana Mondiale del Cervello 2018: intervista TVI Molise al professor Carrara


#baw2018 #brainawarenessweek Neuroseminar: NeuroBioEthics. BAW2018 event In occasione della settimana mondiale del cervello che vede tra gli organizzatori l’Irccs Neuromed di Pozzilli, l’importante seminario del Professor Padre Alberto Carrara incentrato sulla Neuroetica. Ecco l'intervista TV al neuroeticista italiano. 

lunedì 12 marzo 2018

The GdN's Brain Awareness Week 2018


Here is a summary of the whole activities organized by the Italian Inter-disciplinary, Inter-religion, and Inter-national, Research Group in Neurobioethics (The GdN) for the Brain Awareness Week 2018 that starts today! 

March 12th NEUROMED – Neuroseminar:NeuroBioEthics

Neuromed IRCCS organizes a seminar on neurobioethics in its installations of research and clinical excellence in Pozzilli (Isernia).

domenica 11 marzo 2018

VHacks, the first Vatican Hackathon ever, just ended

1st VHacks (Vatican Hackathon)
Alberto Carrara. Nothing in this world is indifferent to us, says Pope Francis in His Encyclical Letter Laudato sì (LS, 2015). Inspiring by a recently Pope Francis talk on TEDx, 120 young hackers, from all over the globe  and from different cultures and religions, joined together in the first Vatican Hackathon ever!

VHackers working at 1:30 a.m.
VHacks, a 36-hour collaborative event, took place from March 8 till today Sunday 11, 2018 at the Vatican City. Organized by OPTIC, students from Harvard and MIT, the Vatican, Microsoft, Google, Salesforce, and other institutions, VHacks targeted important global issues, including social inclusion, interfaith dialogue, and the migrant & refugee crisis, mixing together youth creativity and technological expertise. Yesterday afternoon, all those guys demonstrated to the world a great hope: it is possible to engage ethically technology and informatics in order to try to solve concretes human problems and foster an authentic human flourishing. All those guys become 'techno-ethicists'!

giovedì 8 marzo 2018

VHacks: il primo hackathon in Vaticano parte oggi. Tra i panelist un esperto di neurobioetica dell’APRA

Comunicato stampa APRA. Roma – Inizia oggi, 8 marzo, e si protrarrà sino a domenica 11 marzo, il primo ‘hackathon’ in Vaticano. “Che ci fanno oltre cento hacker in Vaticano?” Ecco il VHacks di Francesco, un raduno di circa 120 giovani appassionati di tecnologia e informatica, al quale prenderanno parte, a vario titolo, esperti di diversi settori dalle neuroscienze alla robotica, dall’informatica alle scienze computazionali, dall’intelligenza artificiale all’etica. Originale la partnership con MIT e Harvard. Continua a leggere

VHacks: il primo hackathon in Vaticano parte oggi. Tra i panelist un esperto di neurobioetica

Redazione N&N (Neuroetica & Neuroscienze). Inizia oggi, 8 marzo, e si protrarrà sino a domenica 11 marzo, il primo ‘hackathon’ in Vaticano. ‘Che ci fanno oltre cento hacker in Vaticano? Ecco il VHacks di Francesco. La Santa Sede ha chiamato a raccolta gli esperti informatici più giovani e talentuosi. La partnership con MIT e Harvard’ ha titolato qualcuno. La manifestazione denominata Vhacks è un raduno di circa 120 giovani appassionati di tecnologia e informatica, al quale prenderanno parte, a vario titolo, esperti di diversi settori dalle neuroscienze alla robotica, dall’informatica alle scienze computazionali, dall’intelligenza artificiale all’etica

Tra i panelist il prof. Carrara, neuroeticista italiano, coordinatore del GdN (Gruppo di Neurobioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma), Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani e Membro della Pontificia Accademia per la Vita.
Questa edizione 2018 è la prima a svolgersi in Vaticano. L’Osservatore Romano l’ha definita una vera e propria “maratona di cervelli” (il termine hackathon nasce dalla crasi di hack e marathon), di tutte le fedi ed etnie, che collaboreranno confrontando e usando le loro competenze tecnologiche per identificare soluzioni in ambiti come l’inclusione sociale, il dialogo tra le religioni e le crisi mondiali di migranti e rifugiati.

mercoledì 7 marzo 2018

Il mio corpo è ciò che sono? Un neurobioeticista legge il transumanesimo

'Il tuo corpo non è ciò che sei! Puoi mutarlo come la pelle di un serpente...' così inizia il trailer italiano dell'ultima serie Netflix intitolata 'Carbonio Alterato' (Altered Carbon).
Potremo mai abitare una realtà completamente virtuale? Ecco la video-registrazione della sintesi di un'ora e mezza su cosa significa postumanesimo e transumanesimo, le loro tre tappe e i loro fondamenti scientifici, filosofici, bioetici che ieri, 6 marzo, ha svolto presso l'ISSD dell'APRA il prof. Alberto Carrara, esperto neuroeticista.
Da Matrix (1999) a Bourne Identity (2002) e Minority Report (2002), da Avatar (2009) a Transcendence (2014), da Lucy (2015) a Selfless (2015), da Criminal (2016) a Ghost in the Shell (2017), oppure all’ultima evoluzione del videogioco Deus Ex: Mankind Divided. The Mechanical Apartheid (2016), sino all’ultima serie su Netflix Altered Carbon (2018) la recente cinematografia ci abitua a pensarci come “menti disincarnabili” e “digitalizzabili” contenute in “corpi organici” e contenibili in “corpi ibridi” (biologici-robotici), sino a poter “abitare” completamente la realtà virtuale. Sintesi dei temi qui.

martedì 6 marzo 2018

Corpo e post-umanesimo

Potremo mai abitare una realtà completamente virtuale? Oggi, 6 marzo alle 15:30 sul canale YouTube Alberto Carrara, l’esperto di neurobioetica illustrerà la questione. Da Matrix (1999) a Bourne Identity (2002) e Minority Report (2002), da Avatar (2009) a Transcendence (2014), da Lucy (2015) a Selfless (2015), da Criminal (2016) a Ghost in the Shell (2017), oppure all’ultima evoluzione del videogioco Deus Ex: Mankind Divided. The Mechanical Apartheid (2016), sino all’ultima serie su Netflix Altered Carbon (2018) la recente cinematografia ci abitua a pensarci come “menti disincarnabili” e “digitalizzabili” contenute in “corpi organici” e contenibili in “corpi ibridi” (biologici-robotici), sino a poter “abitare” completamente la realtà virtuale.

lunedì 5 marzo 2018

Il GdN organizza eventi per un'intera Settimana Mondiale del Cervello

Il Gruppo di ricerca interdisciplinare in Neurobioetica (GdN) dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma (Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani ed Istituto Scienza e Fede) in collaborazione con importanti e prestigiose istituzioni accademiche e di ricerca, organizza per la prossima settimana, dal 12 al 18 marzo, eventi per l'intera Brain Awareness Week 2018 promossa in tutto il mondo dalla DANA Foundation.
La Settimana Mondiale del Cervello è un appuntamento a cui il GdN non manca sin dal 2012. Da 7 anni, dalla coscienza, alla neuro-economia, dalla memoria e Alzheimer al neuro-diritto, dalla neuroestetica ai 15 anni della nascita 'canonica' della Neuro-Ethics (13-14 maggio 2002), quest'anno 2018, il Gruppo di ricerca in Neurobioetica diretto dal prof. P. Alberto Carrara, presenta alla comunità italiana un'intera settimana di eventi tra Pozzilli, Caserta, Roma e Milano. In collaborazione con: l'Università Europea di Roma (UER), partner privilegiato del GdN; la S.I.S.P.I., Scuola Internazionale di Specializzazione con la Procedura Immaginativa; NCL, Neurological Center of Latium; e NEUROMED, I.R.C.C.S. Istituto Neurologico Mediterraneo, il GdN è lieto di presentare i seguenti eventi. 

domenica 4 marzo 2018

Psicoterapie a confronto con l’idea del trapianto di testa - report UNESCO Bio Chair

di Giulia Bovassi (Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani di Roma). Abstract. Abilità chirurgiche raffinate e destrezza umana, sono caratteri pienamente manifesti in operazioni tanto complesse quali i trapianti d'organo, interventi difficili e grande risorsa terapeutica. Ma come porsi dinanzi alla possibilità di un trapianto di testa (o di corpo) mantenendo al centro la persona-paziente? Quali rischi derivano dalle scienze psicologiche? Grazie alla loro professionalità e all'ausilio di casi già noti in letteratura, diversi esperti hanno aiutato a far luce sulle plausibili conseguenze dal punto di vista della psicoterapia.

L'evento, interno al Corso di Perfezionamento in Neurobioetica, ha ospitato tre grandi scuole di psicoterapia e cinque professionisti del settore, insieme per un momento interattivo di scambio vicendevole e approfondimento formativo sul tema-guida del Corso, il cosiddetto “trapianto di testa” nell'essere umano. L'incontro, coordinato dal Prof. Alberto Carrara e introdotto dalla dott.ssa Maria Luisa Pulito, membro del GdN, medico psichiatra e neurobioeticista, è stata una densa articolazione delle prospettive psicologiche la cui valenza imprescindibile per una corretta disamina del progetto chirurgico in questione.