giovedì 10 maggio 2018

Roboetica. Domani all’incontro ideato da Fidapa a Savana il coordinatore del GdN

Una parola ‘strana’: roboetica. Robotica + etica = roboetica. Il neologismo ha già un suo status, basti pensare al volume Roboethics. A Navigating Overview dell’ingegnere greco Spyros G. Tzafestas pubblicato due anni fa dalla prestigiosa rivista Springer (2016). Se ne parlerà domani ore 15 al polo universitario di Savona in un evento ideato e realizzato insieme alle sezioni FidapaBpw Italy Savona e Genova sotto l’egida del Distretto Nord Ovest. Si tratta del secondo appuntamento, dopo quello dello scorso 11 gennaio presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi dal titolo “Ha un sesso il cervello?”. Anche domani, tra i relatori il prof. P. Alberto Carrara, L.C., membro della Pontificia Accademia per la Vita (PAV), coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e dell’Università Europea di Roma e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani.
‘Intelligenza artificiale, robotica, machine learning, blockchain... sono termini che entrano ormai prepotentemente nel linguaggio, ma anche nella nostra vita. Vi è contrapposizione tra l’essere umano e l’intelligenza artificiale, o si può ritenere che essi siano conciliabili e compatibili in misura sostenibile e rispettosa dei valori fondamentali? Il concetto di intelligenza artificiale ci affascina ed attrae, ma se lo teniamo disgiunto dalla valutazione delle implicazioni etiche e bioetiche, consente di realizzare appieno l’INNOVAZIONE?’ – si legge da uno degli annunci sull’evento.
“Roboetica 11.5… Obiettivo Agenda 2030” è il titolo dell’evento che si strutturerà su due tematiche: gli aspetti etico filosofici e bioetici, quindi quelli tecnologici e di innovazione.
Tra i relatori, Lourdes Velazquez, docente di Bioetica, il professore emerito dell’Università di Genova Evandro Agazzi, Luisella Battaglia, ordinaria di Filosofia morale e Bioetica dell’Università di Genova, l’on. Cristina Rossello, Mansoureh Mousavi, ricercatrice IIT Genova, Maurizio Ferraris, senior manager GFT Group, e Corrado Olivieri, responsabile RS Delta Informatica di Savona. 

Nessun commento:

Posta un commento