BAW 2012: Coscienza tra mente e cervello


Giovedì 15 marzo 2012 dalle ore 15:30 alle 19:00, la Facoltà di Bioetica all’interno del Master di Bioetica, ha ospitato un pomeriggio di studio sul tema: La Coscenza tra mente e cervello: aspetti filosofici, bioetici, psicodinamici, clinici, presso l’aula Master dell’Ateneo Regina Apostolorum di Roma.

L’evento, in collaborazione con il Gruppo di Neurobioetica (GdN), la Scuola Internazionale di Specializzazione con la Procedura Immaginativa (S.I.S.P.I.) e con la Brain Awareness Week (BAW) promossa dalla DANA Foundation, è il primo degli eventi BAW romani organizzari dal prof. P. Alberto Carrara, LC, Coordinatore del Gruppo di Neurobioetica, e dal dottor Alberto Passerini, presidente della S.I.S.P.I.



Il problema della coscienza è in primo piano tra le questioni oggi più dibattute nell’ambito della medicina, delle neuroscienze, della psichiatria e della filosofia. Se la scienziata e premio Nobel Rita Levi Montalcini la definisce «tra le proprietà più sorprendenti e affascinanti del cervello umano», cioè quello «stato di consapevolezza della nostra esistenza come entità individuale, che implica il riconoscimento delle proprie azioni e del susseguirsi temporale e sequenziale», numerose sono le definizioni di coscienza, quante sono le discipline che la studiano da prospettive diverse. Oggi è quanto mai necessaria una riflessione profonda orientata al discernimento e all’integrazione dei diversi sensi della coscienza. Questo pomeriggio di studio cerca di offrire ad un pubblico non esperto, a livello divulgativo, un approccio interdisciplinare al problema della coscienza umana.

Si può scaricare il programma dettagliato dell'evento QUI.

Gli interventi dei relatori sono stati pubblicati su un numero monografico della Rivista della Facoltà di Bioetica, Studia Bioethica e possono essere consultati e scaricati in formato PDF QUI.








Link utili sull'evento:

Ateneo Regina Apostolorum: programma dell'evento

Nessun commento:

Posta un commento