domenica 15 luglio 2018

Sintesi della settimana estiva di bioetica APRA sul potenziamento umano


TECNOLOGIE EMERGENTI: INQUADRANDO L’ANALISI BIOETICA
Segui su Twitter @CarraraNeuro






Lun 9 luglio 9:00-9:30 Iscrizione al corso; 9:30-10:00 Benvenuto e introduzione al Corso Estivo: Gonzalo Miranda, Alberto García, Alberto Carrara

Il potenziamento umano: le sfide bioetiche delle tecnologie emergenti

Foto di gruppo con una parte degli iscritti al corso
Si è conclusa, lo scorso venerdì pomeriggio, la settimana intensiva dedicata al tema del potenziamento umano 9-13 luglio 2018 (Human Enhancement) organizzata all'interno della Facoltà di Bioetica dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum dalla Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani con la collaborazione del GdN, Gruppo di Neurobioetica e con il patrocinio dell'Università Europea di Roma (UER). Una settimana intensa, ben riuscita, con un'ottima partecipazione che non termina qui. 

Ad agosto il Coordinatore del GdN sarà in Cina, a Pechino, per partecipare al Congresso Mondiale di Filosofia, invitato come relatore di una delle Invited Session (n.46), quella dedicata al Postumanismo e alla Neuroetica. Da settembre 2018 si aprirà la seconda edizione del corso di perfezionamento in Neurobioetica che continuerà ad approfondire l'ibridazione uomo-macchina e le sfide della cosiddetta roboetica. Il Workshop della prossima plenaria della Pontificia Accademia per la Vita (la PAV), 25-27 febbraio 2019, avrà come tema la riflessione etica sulla robotica

giovedì 12 luglio 2018

Human Enhancement Summer Course: today's movie Transcendence, a good neuro-film


Follow the Prezi presentation Transcendence - neuro-movie. Seth D. Baum in 2014’s Film Review: Transcendence in the Journal of Evolution and Technology, stated some questions: ‘Is it possible to create an artificial mind? Can a human or other biological mind be uploaded into computer hardware? Should these sorts of artificial intelligences be created, and under what circumstances? Would the AIs make the world better off? These and other deep but timely questions are raised by the recent film Transcendence’. The film raised some questions related to our real-world decision making about Artificial Intelligence, AI. 

Baum described the movie as such: ‘Transcendence centers around AI researchers Evelyn and Will Caster. Will is fatally shot by a member of an extremist group, Revolutionary Independence From Technology (RIFT), as part of several simultaneous attacks on AI researchers. Before Will dies, Evelyn uploads his mind into a computer system. She then connects Upload Will to the internet, setting off a chain of events in which Upload Will, with Evelyn’s assistance, takes a dominant position on Earth. (we can use the name “Upload Will” to distinguish the upload from the pre-upload biological Will.) Evelyn eventually becomes disaffected, and, with assistance from RIFT, the United States government, and some of Evelyn’s colleagues (a coalition of former enemies), persuades Upload Will to accept a computer virus designed to destroy him. Both die, and the rest of the world is forced to live on without an internet’.
Read Baum’s article here.

mercoledì 11 luglio 2018

IFC2018 – Initiative 2045: Avatar/Immortality Project

Case Study
1)    A Man: Dmitry Itskov
2)    A Project: 2045
3)    A Dream: Live Forever Young



The original myth of Faust may seem remote from the preoccupations of nowadays information technologists because it is mostly about the search for immortality, communication with the dead, spiritual experiences, reincarnation, visions, access to universal knowledge, etc.
However there are researchers who are seriously considering these topics, either by developing applications or by inventing new technologies. Consider, for example, Raymond Kurzweil’s book The Singularity is Near: When Humans Transcend Biology (2006); or Mark O’Connell’s To Be a Machine. Adventures among Cyborgs, Utopians, Hackers, and the Futurists Solving the Modest Problem of Death (2017).


Various institutes have sprung up recently to push these developments or reflect on them from a philosophical and futurist point of view, such as the “Future of Humanity” Institute in Cambridge UK, the Machine Intelligence Research Institute (formerly the Singularity Institute for Artificial Intelligence) in Berkeley, or the 2045 initiative (Brochure) by Russian entrepreneur Dmitry Itskov which promises “to create technologies enabling the transfer of an individual’s personality to a more advanced non-biological carrier, and extending life, including to the point of immortality”. All this is remarkable, given that the main tools used in the past for reaching spiritual experiences, access to deep knowledge, immortality, and gnostic visions were of a chemical nature in the form of psychedelic drugs.

What are the information technologies that form the background against which Fausto’s drama unfolds and how realistic are they?
Or is it all science-fiction that will never materialize?

martedì 10 luglio 2018

Human Enhancement: Round Table and Working Groups Activity

Nothing in this world is indifferent to us! 
(Pope Francis, Encyclical Letter Laudato sì, 2015) 

SUMMER COURSE
HUMAN ENHANCEMENT 2018
Group Activity, Tue July 10th, 2018, 3-5 p.m.
Outline

THE ECOLOGICAL CRISIS: WHAT WE ARE FACING TODAY
A.I. Technology
EU Parliament resolution, Feb 16, 2017: recommendations to the Commission on Civil Law Rules on Robotics (n. 59f) (Spa, Ita)

lunedì 9 luglio 2018

Initiative 2045: Developing Cybernetic Transhuman Immortality

Monday, July 9th, 2018, 11:30-13:00. Follow the PREZI presentation here. This session of the Human Enhancement Summer Course, aims to introduce the student to the more developed Transhumanist Project founded in 2011 in Russia by the billionaire Dmitry Itskov
The 2045 Initiative has the main objective to reshape humanity as such by: (1) the creation of a new vision of human development that meets global challenges humanity faces today; (2) the realization of the possibility of a radical extension of human life by means of cybernetic technology, as well as (3) the formation of a new culture associated with these technologies. 

The 2045 team is working towards creating an international research center where leading scientists will be engaged in research and development in the fields of: anthropomorphic robotics, living systems modeling, and brain and consciousness modeling with the goal of transferring one’s individual consciousness to an artificial carrier and achieving cybernetic immortality. Since February 2011, an annual congress The Global Future 2045 is organized by the Initiative to give platform for discussing: mankind’s evolutionary strategy based on technologies of cybernetic immortality as well as the possible impact of such technologies on global society, politics and economies of the future. 

domenica 8 luglio 2018

Human Enhancement: Bioethical Challenges of Emerging Technologies. Tomorrow will start the APRA's 17th Summer and International Refresher Course in Bioethics

17th Summer and International Refresher Course in Bioethics will take place from July 9 to 13, 2018 at our University Campus: Via degli Aldobrandeschi 190. 00165 Rome. Italy. The course, entitled Human Enhancement: Bioethical Challenges of Emerging Technologies, will be offered in English. The course is organized by the School of Bioethics with the collaboration of the UNESCO Chair in Bioethics and Human Rights established at the Pontifical Regina Apostolorum Athenaeum and with the Università Europea di Roma.
Why this subject? ... read more here

Il potenziamento umano: le sfide bioetiche delle tecnologie emergenti. Dal 9 al 13 luglio all'APRA


Da domani, lunedì 9 luglio, sino a venerdì 13, si svolgerà a Roma la seconda settimana intensiva del corso estivo della Facoltà di Bioetica dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. La settimana è dedicata al tema del potenziamento umano o human enhancement, ed è coorganizzata dalla Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani e dal GdN, Gruppo di Neurobioetica. Per maggiori info e programma, clicca qui

sabato 7 luglio 2018

Neurobioetica e Postumanesimo. L'intervento del prof. Carrara alla settimana intensiva di Bioetica dell'APRA

Giovedì scorso, 5 luglio, il coordinatore del GdN e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani, ha impartito una lezione intitolata 'Neurobioetica e Postumanesimo' all'interno della prima settimana intensiva di bioetica organizzata, nella sua 17esima edizione, dalla Facoltà omonima dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA) di Roma. 
In un'ora, il prof. Carrara ha introdotto gli studenti alla realtà della neuroetica quale riflessione sistematica ed informata sulle neuroscienze e sulle interpretazioni delle neuroscienze.  

Partendo dal contesto neurocentrico contemporaneo, passando attraverso una breve narrativa delle neuroscienze dagli antichi egizi ad oggi letta secondo i due meccanismo bottom-up e top-down, il neurobioeticista ha presentato il modello di ragionamento neurobioetico e ha esteso la sua riflessione ad uno dei molteplici sotto-settori di questa disciplina emergente: il postumanismo e postumanesimo. Dal 9 al 13 luglio si svolgerà la seconda settimana intensiva di Bioetica dedicata tematicamente al potenziamento umano (Human Enhancement). Il prof. Carrara presenterà numerosi argomenti legati al progetto transumanista 2045, all'intelligenza artificiale, alla robotica e roboetica, alle neuroscienze e neurotecnologie. Leggi il programma cliccando qui

venerdì 6 luglio 2018

Ultimi progressi della genetica: CRISPR, epigenetica e l’etica degli esseri umani GM. Foto del simposio all'APRA

Guarda le foto e seguici su Facebook Neuroscienze e Neuroetica e per una sintesi del simposio e il video Nature-CRISPR-Cas9 clicca qui

Ultimi progressi della genetica: CRISPR, epigenetica e l’etica degli esseri umani GM. Oggi pomeriggio all'APRA


Un pomeriggio all'insegna dell’editing genetico quello che offre quest’oggi - dalle 15 alle 18 - l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum al’interno della prima settimana intensiva di Bioetica.
Dopo il Progetto Genoma Umano, il campo della genetica era rimasto dormiente fino a poco tempo fa. Prima ci fu la scoperta nel settore dell'epigenetica e dell'impatto ambientale sull'ereditarietà dei geni. Il progresso più sorprendente della tecnologia CRISPR consente a scienziati e dilettanti di modificare il DNA di piante, animali e umani. C'è un acceso dibattito sul fatto che dovremmo usare questa tecnologia non solo per correggere le malattie genetiche, ma anche per migliorare la razza umana. Siamo sul punto di creare una progenie superiore che sarebbe più sana, più intelligente e più forte. Potrebbe questa tecnologia cambiare la natura umana in modo radicale e forse disastroso? Il simposio esaminerà lo stato della tecnologia e offrirà alcune riflessioni etiche sul suo utilizzo.

15:00 La tecnologia CRISPR e il suo potenziale, Nicanor Austriaco, O.P.
16:00 Epigenetica e le sue implicazioni, Francisco Ballesta, L. C.
16:45 Pausa
17:00 Embrioni GM, resistendo alla tentazione della perfezione, Joseph Tham, L. C.
17:45 Q&A

Per approfondire consigliamo la lettura di un recente numero monografico sul tema edito dalla rivista The National Catholic Bioethics Quarterly 2017, in particolare i contributi di due dei relatori di oggi:

Nicanor Pier Giorgio Austriaco 
In this issue, pp. 9-11
Joseph Tham 

La rivista Nature ha prodotto un utile video che sintetizza la biotecnologia CRISPR-Cas9. Eccolo:

mercoledì 4 luglio 2018

Neurobioetica e Postumanesimo. Domani il prof. Carrara alla settimana intensiva di Bioetica dell'APRA

Seguici su Facebook. Per visualizzare la presentazione 'Neurobioetica e Postumanismo' del prof. Carrara clicca qui

Papa Francesco ai membri PAV: costruite un'ecologia umana integrale approfondendo una visione olistica della persona

Lunedì 25 giugno Papa Francesco ha ricevuto in udienza i membri della Pontificia Accademia per la Vita (PAV). Nel suo discorso il Papa ha sottolineato l'importanza di costruire un'ecologia integrale, approfondendo una visione olistica della persona umana che tenga conto delle differenze nell'irrevocabile dignità. Le neuroscienze odierne stanno contribuendo a tessere una visione olistica sull'essere umano. L'interesse della PAV per le frontiere della neuroetica è dimostrata dai progetti di ricerca lanciati nel 2017, in particolare il progetto su Coscienza, Neuroscienze ed Etica, coordinato dal neurochirurgo e psichiatra Robert Buchanan e da P. Alberto Carrara. 

martedì 3 luglio 2018

PAV2018: abitare le frontiere della genetica, delle neuroscienze, delle intelligenze artificiali e della robotica


24esima ASSSEMBLEA GENERALE DELLA PONTIFICIA ACCADEMIA PER LA VITA. Nel saluto del Presidente S. ECC. MONS VINCENZO PAGLIA si legge: 
'Ci è stata data una grande ed entusiasmante responsabilità che chiede il nostro fattivo impegno di donne e uomini di scienza, di cultura, di Chiesa. La specificazione di essere “per la Vita” ci pone a servizio delle vite degli uomini e delle donne del nostro tempo e nessuna di queste vite, a partire da quelle dei più poveri e indifesi, può essere perduta, scartata, sprecata. 

Perché questo servizio sia efficace e concreto, dobbiamo misurarci con temi che chiedono una profonda comprensione scientifica e una grande sapienza dell’umano: giova poco conoscere nei minimi dettagli ogni aspetto degli organismi viventi senza comprendere il senso stesso della vita e dell’esistenza umana. Negli ultimi mesi l’Accademia ha posto l’accento su alcuni di questi temi gravi e urgenti, come l’influsso della tecnica nella diverse età della vita delle persone (era il tema della scorsa Assemblea i cui Atti, preziosi, avete trovato in cartelletta), come pure le complesse e spesso dolorose questioni connesse ai momenti finali dell’esistenza umana, le frontiere della genetica, delle neuroscienze, delle intelligenze artificiali e della robotica

lunedì 2 luglio 2018

24esima Assemblea plenaria della Pontificia Accademia per la Vita

Dal 25 al 27 giugno si è svolta la 24esima Assemblea plenaria della Pontificia Accademia per la Vita, la PAV, di cui ho l'onore di far parte dall'anno scorso. Quest'anno il tema del workshop pubblico è stato quello della bioetica globale. Dal discorso iniziale e a più riprese, le neuroscienze e la neuroetica, come la tecnologia e la robotica, hanno avuto una gran considerazione. Nei prossimi giorni vi racconterò maggiori dettagli. 

domenica 24 giugno 2018

Neurobioetica e trapianto di testa


Neurobioetica e trapianto di testa. Ecco il video dell'ultimo seminario 2017/2018 della linea di ricerca del GdN, gruppo di neurobioetica, dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma. Il prof. Carrara sintetizza l'anno e approfondisce con gli ultimi articoli inerenti alla riflessione 'critica' sull'idea dell'anastomosi cefalo-somatica nell'essere umano.

martedì 19 giugno 2018

Neurodiritto: per una riflessione neurobioetica interdisciplinare


Neurodiritto. Quest’ultimo numero della rivista Studia Bioethica della Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA) di Roma ospita un’ampia sessione monografica dedicata all’emergente settore del cosiddetto ‘neuro-diritto’ o NeuroLaw. 

Leggi, di seguito, l’editoriale del curatore del volume prof. P. Alberto Carrara, L.C. intitolato: Neurodiritto: per una riflessione neurobioetica interdisciplinare.

martedì 29 maggio 2018

La neurobioetica: tema della conferenza di questo pomeriggio al Master in Scienza e Fede dell'APRA

Oggi alle 17:10 nell'ambito del Master in Scienza e Fede dell'APRA (Ateneo Pontificio Regina Apostolorum) di Roma, il prof. P. Alberto Carrara, L.C. coordinatore del GdN, Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani e Membro della Pontificia Accademia per la Vita (PAV), sintetizzerà l'avvincente contesto contemporaneo di riflessione interdisciplinare sulle neuroscienze e le loro interpretazioni: la neurobioetica! Per ulteriori sviluppi ed eventi visita la pagina Facebook Neuroscienze e Neuroetica

sabato 26 maggio 2018

Il diritto si interfaccia con l'idea del trapianto di testa - video della tavola rotonda del GdN


Video-registrazione della tavola rotonda di venerdì 25 maggio del gruppo di ricerca in neurobioetica (GdN) dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA) di Roma intitolata: Il diritto si interfaccia con l'idea del trapianto di testa. Il GdN ha dedicato il 2017/2018 agli aspetti neurobioetici relativi all'anastomosi cefalo somatica promossa dal neurochirurgo torinese Sergio Canavero attraverso la linea di ricerca quinquennale sul transumanesimo e con l'apertura del Primo Corso di Perfezionamento in Neurobioetica in collaborazione con la Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani e l'Istituto Scienza e Fede. 

venerdì 25 maggio 2018

Oggi pomeriggio all'APRA: Il diritto si interfaccia con l'idea del trapianto di testa

ATENEO PONTIFICIO REGINA APOSTOLORUM
ISTITUTO DI BIOETICA E DIRITTI UMANI
in collaborazione con l’ISTITUTO DI SCIENZA E FEDE
NEUROBIOETICA E TRANSUMANISMO - I edizione 2017-2018

TAVOLA-ROTONDA
‘IL DIRITTO SI INTERFACCIA CON L’IDEA DEL TRAPIANTO DI TESTA’
25 maggio 2018, 17-19:00, aula Tesi (1° piano)
Ateneo Pontifico Regina Apostolorum - via degli Aldobrandeschi, 190 – 00163 Roma

Programma

mercoledì 23 maggio 2018

Homo cyborg, il tema del prossimo Convegno nazionale dell’Associazione Scienza & Vita

Venerdì 25 maggio dalle 9:15 alle 19:30 a Roma si svolgerà il convegno nazionale dell'associazione Scienza&Vita presieduta dal prof. Alberto Gambino, giurista e pro-Rettore dell'Università Europea di Roma (UER). L'intera giornata verrà dedicata agli affascinanti ed emergenti dibattiti relativi all'intelligenza artificiale, alla robotica, alla roboetica, alle neuroscienze e alla neuroetica. Leggi qui l'annuncio, scarica qui il programma. 

Convegno BRF a Lucca: Le scelte umane tra libertà e condizionamenti

Le scelte umane: tra libertà e condizionamenti, il titolo della prestigiosa giornata di formazione ECM organizzata sabato 19 maggio a Lucca dal BRF, BrainResearch Fondazione onlus. Ha introdotto i lavori il presidente e amico Armando Piccinni, la dott.ssa Donatella Marazziti e il vice-sindaco di Lucca. Tra i relatori, scienziati e clinici del calibro di Armando Piccinni, Pietro Pietrini, Francesco Benedetti, Donatella Marazziti, Angelo Gemignani, Ugo Faraguna e altri. Per visualizzare la presentazione del prof. P. Alberto Carrara ‘L’uomo e il libero arbitrio’, clicca qui. Leggi la rassegna della redazione di BRF cliccando qui

Neuroetica: ri-mappando il settore. Il convegno nazionale al San Raffaele di Milano

Dal 16 al 18 maggio si è svolto all'ospedale Vita-Salute San Raffaele di Milano la X edizione del Convegno nazionale di neuroetica e il V della SINe, la Società Italiana di Neuroetica e di Filosofia delle neuroscienze nata il 3 luglio 2013.
Tre intense giornate per fare il punto della situazione ed aprirsi alle ultime frontiere delle neuroscienze e neuro-tecnologie e alle relative implicazioni etiche e bioetiche. Importanti presenze a livello internazionale: Adina Roskies, Hank Greely (Presidente dell' INS, International Neuroethics Society), Patrick Haggard, Joshua D. Greene, l'italiana Lorenza S. Colzato e molti altri. Per una rassegna fotografica clicca qui.

mercoledì 16 maggio 2018

Neuroetica: ri-mappando il settore. Parte oggi a Milano il congresso internazionale


Parte oggi all’Università Vita-Salute San Raffaele a Milano la tre giorni della X edizione del convegno scientifico internazionale di Neuroetica e V dalla nascita della  Società italiana di Neuroetica (SINe).
Il titolo dell’evento Neuroethics: Re-Mapping the Field. Meetings on Neuroscience and Society, X Edition, fa eco al meeting del 13-14 maggio 2002 di San Francisco promosso dalla DANA Foundation in cui ‘canonicamente’ è ‘nata’ questa disciplina di frontiera. Diversi esperti nazionali ed internazionali su questo settore di riflessione interdisciplinare sulle neuroscienze e neurotecnologie applicate alla vita umana faranno un bilancio di questi anni di ricerca. Tra i nomi dei relatori ricordiamo: Adina Roskies, neuroeticista del Dartmouth College, con una Lectio Magistralis sul tema della “Direct Brain Stimulation and Agency”; Joshua Greene della Harvard University, studioso delle neuroscienze del comportamento morale, che terrà una Lectio Magistralis dal titolo “Human Morality: Features and Bugs”, Hank Greely, bioeticista dell’Università di Stanford, che ripercorrerà la storia del rapporto tra Legge e neuroscienze in “15 Years of Law and Neuroscience: An American View” e Thomas Douglas, filosofo morale di Oxford, che rifletterà su “What’s Wrong with Mandatory Neuroenhancement?”. Per maggiori informazioni clicca qui.

Neuroscienze e libertà per un nuovo umanesimo

Ieri alle 17:10 nel Master in Scienza e Fede il prof. P. Alberto Carrara, L.C., docente di Antropologia filosofica e Neuroetica, Coordinatore del Gruppo di ricerca in Neurobioetica (GdN) e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma ha approfondirò l'antica e sempre nuova questione del libero arbitrio tra neuroscienze e filosofia cercando di rispondere a domande quali: siamo davvero liberi? cos'è la libertà? è una mera illusione frutto del nostro organo cerebrale? che rapporto ha con il nostro cervello? e quanto siamo condizionati?


Il pensiero contemporaneo sul libero arbitrio e sulla volontà libera viene integrato ed arricchito dal professor Carrara grazie all’affascinante e crescente settore delle neuroscienze. L’autore abbozza una “neurobioetica del libero arbitrio” che dalla problematicità del concetto muove illustrando una multidimensionalità antropologica insita nella persona umana. Sono stati chiariti i concetti di neuroscienza, neuroetica per presentare un esperimento mentale ed illustrare la realtà della volontà libera e della correlativa responsabilità personale. La prospettiva antropologica emergente viene è stata integrata sia con gli aspetti neuroscientifici di ricerca, come di esempi derivanti dalla prassi clinica neurologica. Il modello teoretico-pratico che risulterà è decisamente anti-riduzionistico e potrà costituire la base, il “ponte”, per una migliore, integrata ed integrativa, prospettiva sulla persona umana sana e malata. Scopri ulteriori approfondimenti cliccando qui.

lunedì 14 maggio 2018

Roboetica 11.5. Obiettivo Agenda 2030: tra i panellist il filosofo della scienza Evandro Agazzi

Roboetica a Savona. Tra i panellist il grande filosofo della scienza Evandro Agazzi che per gli amanti di filosofia della mente, ricordiamo che nel 1967, discuteva con Hilary Putnam proprio sulle questioni dell'intelligenza artificiale. Consigliamo per approfondire l'articolo: E. Agazzi, Alcune osservazioni sul problema dell'intelligenza artificiale, Rivista di Filosofia Neoscolastica 59 (1967), 1-34; ma anche, Intentionality and Artificial Intelligence, Epistemologia 4 (1981), 195-227; Science Between Truth and Ethical Responsibility (Springer 2015)....e la lista sarebbe lunghissima, basti solo ricordare che il prof. Agazzi è diventato ordinario a Genova nel 1970.

Roboetica 11.5. Obiettivo Agenda 2030. La galleria fotografica

Roboetica. Alcune foto dell’incontro di venerdì 11 maggio organizzato da Fidapa Bpw Italy Savona e FIDAPA-BPW ITALY Sezione Genova all'Università di Savona. Hanno aperto i lavori la Sindaco e il pro-Rettore. Tra i panelist: Evandro Agazzi, Lourdes Velázquez, Luisella Battaglia, Alberto Carrara, Maurizio Ferraris, Mansoureh Mousavi e Corrado Oliveri. Clicca qui per visualizzare la galleria dell'evento.

giovedì 10 maggio 2018

Roboetica. Domani all’incontro ideato da Fidapa a Savana il coordinatore del GdN

Una parola ‘strana’: roboetica. Robotica + etica = roboetica. Il neologismo ha già un suo status, basti pensare al volume Roboethics. A Navigating Overview dell’ingegnere greco Spyros G. Tzafestas pubblicato due anni fa dalla prestigiosa rivista Springer (2016). Se ne parlerà domani ore 15 al polo universitario di Savona in un evento ideato e realizzato insieme alle sezioni FidapaBpw Italy Savona e Genova sotto l’egida del Distretto Nord Ovest. Si tratta del secondo appuntamento, dopo quello dello scorso 11 gennaio presso il Salone di Rappresentanza di Palazzo Tursi dal titolo “Ha un sesso il cervello?”. Anche domani, tra i relatori il prof. P. Alberto Carrara, L.C., membro della Pontificia Accademia per la Vita (PAV), coordinatore del GdN, Gruppo di Neurobioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e dell’Università Europea di Roma e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani.
‘Intelligenza artificiale, robotica, machine learning, blockchain... sono termini che entrano ormai prepotentemente nel linguaggio, ma anche nella nostra vita. Vi è contrapposizione tra l’essere umano e l’intelligenza artificiale, o si può ritenere che essi siano conciliabili e compatibili in misura sostenibile e rispettosa dei valori fondamentali? Il concetto di intelligenza artificiale ci affascina ed attrae, ma se lo teniamo disgiunto dalla valutazione delle implicazioni etiche e bioetiche, consente di realizzare appieno l’INNOVAZIONE?’ – si legge da uno degli annunci sull’evento.
“Roboetica 11.5… Obiettivo Agenda 2030” è il titolo dell’evento che si strutturerà su due tematiche: gli aspetti etico filosofici e bioetici, quindi quelli tecnologici e di innovazione.
Tra i relatori, Lourdes Velazquez, docente di Bioetica, il professore emerito dell’Università di Genova Evandro Agazzi, Luisella Battaglia, ordinaria di Filosofia morale e Bioetica dell’Università di Genova, l’on. Cristina Rossello, Mansoureh Mousavi, ricercatrice IIT Genova, Maurizio Ferraris, senior manager GFT Group, e Corrado Olivieri, responsabile RS Delta Informatica di Savona. 

La teologia si confronta con l’idea del trapianto di testa. Report della tavola rotonda


di Giulia Bovassi. Abstract. Quale lettura può offrire la teologia delle sollecitazioni provenienti dal transumanesimo? Cosa ancora si potrà dire sull’uomo rivolto a Dio, proteso alla ricerca spirituale e che tipo di visione manterrà o plasmerà di sé? Sono solo alcuni degli interrogativi emersi durante il pomeriggio di venerdì 20 aprile grazie agli interventi delle professoresse Giorgia Salatiello e Suor Daniela Del Gaudio.

lunedì 7 maggio 2018

Mente-corpo e scienze cognitive: G. Basti domani all'APRA

Primo a sinistra: G. Basti

Mente-corpo e scienze cognitive: appuntamento da non perdere quello relativo alla  2ª conferenza di domani, martedì 8 maggio al Master in Scienza e Fede dell’APRA (Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, dalle 17:10 alle 18:40, aula Master, 1° piano). L’esperto Prof. Mons. Gianfranco Basti (Pontificia Università Lateranense, Roma) ripercorrerà l’affascinante viaggio della tematica antropologica antica e sempre nuova del rapporto anima-corpo. 
La lezione di domani si colloca all’interno del modulo Rapporto mente-corpo e intelligenza artificiale del Master in Scienza e Fede. Per maggiori informazioni sullo studioso Gianfranco Basti, clicca qui-breve cv. Per leggere alcuni suoi interventi divulgativi in materia clicca qui. Consiglio vivamente la lettura dell’articolo del 2014 intitolato Neuroetica e Antropologia.  

sabato 21 aprile 2018

La teologia si confronta con l’idea del trapianto di testa. Video dell'evento del GdN ieri all'APRA



La teologia si confronta con l’idea del trapianto di testa. Ecco il video della tavola rotonda di ieri, venerdì 20 aprile 2018, del gruppo di neurobioetica (GdN). Due teologhe hanno discusso le implicazioni teologiche riguardanti la cosiddetta anastomosi cefalo somatica proposta sull'uomo  dal neurochirurgo Sergio Canavero sin dal 2013. Questioni spinose che riguardano i concetti e le realtà di: anima,
immortalità, vita, morte... prossimo appuntamento del GdN, venerdì 25 maggio a Roma: il diritto si interfaccia con l'idea del trapianto di testa.

La filosofia si interfaccia con l’idea del trapianto di testa nell’essere umano



Evento Brain Awareness Week, BAW2018, video del 16 marzo 2018.
Questa tavola rotonda riunisce un gruppo di filosofi e neuroeticisti che rifletteranno ed approfondiranno le conseguenze neuroetiche riguardanti l’identità personale, il senso dell’io, eccetera, relative al cosiddetto ‘trapianto di testa’ nell’essere umano. Questo evento continua il percorso interdisciplinare del GdN, gruppo di neurobioetica, avviato con seminari mensili dal 29 settembre 2017.

venerdì 20 aprile 2018

Oggi pomeriggio all'APRA: la teologia si confronta con l'idea del trapianto di testa

ISTITUTO DI BIOETICA E DIRITTI UMANI
in collaborazione con l’ISTITUTO DI SCIENZA E FEDE
NEUROBIOETICA E TRANSUMANISMO - I edizione 2017-2018

LE NEUROSCIENZE CHE AMANO LA PERSONA UMANA


TAVOLA-ROTONDA
‘L’ANTROPOLOGIA TEOLOGICA SI CONFRONTA CON L’IDEA DEL TRAPIANTO DI TESTA’
20 APRILE 2018, 17-19:00, aula TESI (1° piano)
via degli Aldobrandeschi, 190 – 00163 Roma