martedì 31 dicembre 2013

Crudeltà e venerazione verso gli animali

di Riccardo Carrara

“Ogni qualvolta si adora un animale, si sacrifica un essere umano. Lo dimostra, simbolicamente e letteralmente, la concreata esperienza storica. Immaginate che mille schiavi neri siano sacrificati allo scarabeo nero; immaginate che un milione di fanciulle siano gettate nel Nilo per nutrire il coccodrillo; immaginate che il gatto mangi gli uomini invece dei topi; sarebbe nient’altro che il sacrificio dell’umanità che così sovente attribuisce più importanza al cavallo che al cavaliere o al cagnolino “da grembo” che al grembo del padrone. L’unico atteggiamento corretto nei confronti degli animali è quello comico. Proprio perché è comico, è affettuoso. E proprio perché è affettuoso, non è mai ossequio.”
G.K.Chesterton

In questi ultimi giorni dell'anno spopolano in rete alcuni hashtag come #iostoconcaterina, #iostoconlaricerca e così via. Il tutto a seguito dei commenti spietati e crudeli, per non dire violenti, che sono stati postati sui socialnetwork a seguito del messaggio di Caterina Simonsen, in cui la 25enne padovana ringraziava la sperimentazione sugli animali per averle salvato la vita (in effetti altri due hashtag concatenati a quelli precedenti, si stanno diffondendo in queste ore, #siallaricerca e #siallavita... davvero una giusta e bella accoppiata!).

lunedì 30 dicembre 2013

Il primo anno senza Rita

di Alberto Carrara, LC

Se n'è andata il 30 dicembre 2012, proprio un'anno fa! 
Lei, scienziata e premio Nobel per la Medicina, amante della vita e del sistema nervoso, si è spenta a 103 anni d'età a Roma. 

Ricordo oggi la cara Rita Levi Montalcini che con la sua saggezza mi ha accompagnato nei miei studi universitari e, tutt'oggi, mi accompagna (con i suoi scritti) nel mio cammino nel campo delle neuroscienze e della neurobioetica

Dono, mistero, paternità: la prima omelia domenicale a Padova!

Domenica 22 dicembre, Padre Alberto Carrara, LC ha celebrato la sua prima messa domenicale presso la Chiesa parrocchiale di Santo Stefano Re d'Ungheria a Padova. Concelebravano con Padre Alberto: il Vicario per la pastorale cittadina Mons. Prosdocimi, il parroco don Daniele (guanelliano), gli altri due guanelliani della parrocchia e Padre Alberto Zanetti dei Legionari di Cristo che lavorano a Padova. 

Presentiamo qui di seguito il testo integrale dell'omelia di Padre Alberto.

domenica 29 dicembre 2013

Fede, incredulità, speranza

Giovedì 19 dicembre, Padre Alberto Carrara, LC, neo-sacerdote dei Legionari di Cristo ha celebrato la sua prima Messa nella sua città natale, Padova. Presso la Chiesa-rettoria di San Canziano, nota per la sua tradizionale devozione verso la santa di Cascia, Santa Rita, Padre Alberto ha presieduto l'Eucaristia. Lo hanno accompagnato concelebrando, i Padri Nivardo Quezada e Massimiliano Zago, LLCC. 

L'omelia si è concentrata su tre parole-chiave: fede - incredulità - speranza ed ha voluto cogliere il parallelismo e le differenze tra la risposta di fede della madre di Sansone (Gdc 13) e la risposta incredula di Zaccaria, padre di San Giovanni battista (Lc 1).


sabato 28 dicembre 2013

Tu sei sacerdote per sempre!

"Tu sei sacerdote per sempre"! Questo è il motto che caratterizza l'identità di ogni uomo consacrato presbitero, cioè "servo" e "strumento" di Gesù Cristo. 

Il neo-sacerdote italiano dei Legionari di Cristo Padre Alberto Carrara, LC, attualmente professore assistente presso la Facoltà di Filosofia dell'Ateneo Regina Apostolorum di Roma, è tecnico di laboratorio chimico-biologico, dottore in Biotecnologie mediche presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Padova, laureato in Filosofia e Teologia, Coordinatore del Gruppo di Ricerca in Neurobioetica e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani

venerdì 27 dicembre 2013

Sacerdote: intermediario tra Dio e noi uomini

Domenica 15 dicembre, alle ore 9:00, presso la Chiesa-rettoria di San Rocco (Ara Pacis, Lungotevere) a Roma, il neo-sacerdote, Padre Alberto Carrara, LC, ha celebrato la sua prima MessaConcelebravano con Padre Alberto, 12 sacerdoti, dei quali 11 legionari di Cristo e un guanelliano (don Francesco Sposato).


Oltre alla famiglia e ai parenti e amici di Padre Alberto, partecipavano alla cerimonia un gruppo di un centinaio di poveri di Roma (barboni, persone prive di possibilità economiche). Infatti, quella delle ore 9:00 è la messa domenicale dei poveri a San Rocco al termine della quale, un gruppo di volontari distribuisce ai poveri di Roma la colazione e un pasto caldo. Al termine della messa, in sacrestia, ad ogni povero è stato consegnato un buono-pasto per il pranzo di Natale.

giovedì 26 dicembre 2013

Ti conoscevo sin dal grembo materno - 2

Continua la testimonianza vocazionale del Padre Alberto, ordinato sacerdote lo scorso 14 dicembre.

... Il Regnum Christi, una famiglia

Dopo aver fondato il Movimento a Padova, insieme a Padre Nivardo e ad altri due ragazzi (mio fratello Riccardo e Stefano Panizzolo, oggi anche lui Legionario di Cristo) per due anni, oltre agli studi universitari, la mia vita è stata assorbita da numerose attività apostoliche caratteristiche del Regnum Christi: iniziare i primi apostolati a Padova e, soprattutto, formare una solida vita di preghiera che mi aiutasse a discernere la chiamata ricevuta. Padre Nivardo mi ha accompagnato in questo percorso e gli sono grato come Padre spirituale e come grande testimone e modello del carisma legionario. Lui non mi ha mai detto che avevo la vocazione. 

lunedì 23 dicembre 2013

Prima di formarti nel grembo materno ti conoscevo

Sabato 14 dicembre 2013, alle ore 10:00, presso la Basilica Papale di San Giovanni in Laterano, il direttore di questo blog (N&N) dedicato alle Neuroscienze e alla Neuroetica, il dottor Alberto Carrara, ha ricevuto l'ordinazione sacerdotale dalle mani del Cardinal Velasio De Paolis, CS. 

Riportiamo la prima parte della testimonianza vocazionale di P. Alberto, L.C.

"La mia storia vocazionale inizia ancora prima che io fossi un piccolo embrione, è proprio così: mia mamma Mariagrazia, dopo 8 anni di matrimonio con mio padre Luciano, non riuscendo ad avere figli, si affidò alla Vergine Maria e, senza rendersi conto delle possibili “conseguenze”, le promise che, se avesse avuto un figlio, glielo avrebbe consacrato. E così, dopo molti anni, quando entrai nella Congregazione religiosa dei Legionari di Cristo, seppi di questa storia che comprova, per l’ennesima volta, che Maria è fedele, ci prende sul serio e porta a compimento le nostre richieste.

domenica 1 dicembre 2013

Neurobioetica della memoria umana - 1

di Alberto Carrara, LC

Quest'oggi, domenica 1 dicembre, ho avuto il piacere di impartire, a Milano, una lezione di tre ore (circa) agli studenti (tutti professionisti: psicologi, medici, neuroscienziati,...) della S.I.S.P.I. (Scuola Internazionale di Specializzazione con la Procedura Immaginativa) diretta dall'amico dottor Alberto Passerini

Questa lezione di formazione era rivolta prevalentemente agli studenti dell'ultimo anno della Specializzazione Quadriennale in Psicoterapia (riconosciuta dal M.I.U.R. con D.M. 10/10/2008). 

Riporto l'abstract della lezione e prossimamente su questo blog ne presenterò un sunto.